Ribery alla Fiorentina: Firenze ha il suo nuovo artista

Il francese è ufficialmente un nuovo calciatore dei Viola: il duo Commisso-Pradè ha regalato a Montella un fuoriclasse internazionale.

Franck Ribery è un giocatore della Fiorentina. Il transalpino ha firmato un biennale (4 milioni l’anno più bonus) con la società di Firenze dopo essersi svincolato dal Bayern Monaco. Il fuoriclasse francese ha infiammato i tifosi della Viola che, dopo anni, ritrovano un grandissimo campione affermato nella casacca dei lori cuori.

Quello che sembrava un pettegolezzo estivo da declamare sotto l’ombrellone tra creme solari e cocomero, si è trasformato in una vera e propria trattativa di calciomercato brillantemente conclusa da Daniele Pradè, nuovo direttore sportivo della Fiorentina di Commisso. I primi contatti con l’entourage dell’ala si sono registrati il 13 luglio: da quel momento, i colloqui si sono intensificati e gli uomini mercato dei toscani sono riusciti, con pazienza e tenace, a limare tutti i dettagli riguardanti l’ingaggio della leggenda del Bayern Monaco.

Anche la famiglia di Ribery, venuta a conoscenza della possibilità di trasferirsi nel capoluogo della Toscana, è apparsa entusiasta della destinazione: dopo l’ok della moglie, infatti, la trattativa è definitivamente decollata in favore della Fiorentina. Vincenzo Montella, allenatore della Viola, avrà a disposizione una freccia in più nel suo attacco. E con l’ormai probabile permanenza di Chiesa all’ombra di Palazzo della Signoria, i tifosi fiorentini possono iniziare a sognare.

ribery-fiorentina-bayern-monaco
Ribery ai tempi del Bayern Monaco (Credit: Getty Images)

Ribery: una carriera al vertice del calcio internazione

Franck Ribery arriva in Serie A a 36 anni dopo una carriera scintillante che lo ha reso, per moltissimi anni, un assoluto fuoriclasse del calcio. Scuola Lille, conosce le prime affermazioni in patria con Brest e Metz prima di trasferirsi nel 2005 al Galatasary. Le ottime prestazioni in terra turca gli valgono il ritorno in Francia alla corte dell’Olympique Marsiglia: nel biennio marsigliese, mette insieme 60 presenze e 11 reti risultando uno dei calciatori più forti della Ligue 1.

La stella di Ribery, dopo il Marsiglia, continua a brillare in Nazionale: partecipa nel 2006 alla rassegna iridata che vede la Francia arrendersi ai rigori all’Italia di Marcello Lippi in terra tedesca. Da una delusione teutonica alla consacrazione in Germinia: il Bayern Monaco, dopo il Mondiale, decide di prelevarlo per 25 milioni di euro dal club francese.

Il resto è la narrazione della storia di una leggenda: con i bavaresi, Ribery mette insieme 273 presenze condite da 86 goal dal 2007 al 2019. Nel corso della sua lunghissima permanenza tedesca, il fuoriclasse francese vince 9 Bundesliga, 6 coppe di Germania, 5 Supercoppe di Germania, 1 Champions League, 1 Supercoppa Europea e 1 Mondiale per Club.

Ribery-Fiorentina-Champions-League
Ribery con la Champions League (Credit: UEFA.com)

Toni: “È un top!” Sconcerti: “Fermatevi, Ribery è un danno!”

Non tutti sembrano contentissimi dell’approdi di Franck Ribery alla Fiorentina. Uno dei pochi a criticare l’operazione portata avanti da Pradè è Mario Sconcerti, giornalista ed ex dirigente della società viola. Ecco le sue dichiarazioni ai microfoni di calciomercato.com: “Una storia che non serve a nessuno. Un’idea come quella di acquistare Ribery fa il giro su sé stessa e diventa un danno. Non è in discussione cosa sia stato l’esterno francese, ma ora anche basta. Non si può passare da un lunedì in cui si scopre e lancia Sottil a uno in cui si prega Ribery di arrivare. È fuori progetto, non si può trasformare la Fiorentina in una banda di ragazzi e vecchi funamboli. Dove sono il terzino sinistro? Dov’è il centrocampista offensivo? Manca il centravanti? Se si vuole Ribery, che non sia il colpo salva-mercato.”

Dura la risposta di Emiliano Viviano, portiere in forza alla Spal tifosissimo della Fiorentina. Il numero uno ha twettato un didascalico e polemico: “Te pareva…” sotto alle dichiarazione del giornalista.

Un parere autorevole arriva dall’ex attaccante della Viola: Luca Toni ha condiviso due anni al Bayern Monaco con Ribery ed è sicuro della sua importanza per Montella: “Acquisto che farebbe sognare Firenze. Ribery ha fatto la differenza nel Bayern e ha giocato una vita in Champions League, sarebbe un acquisto top in una Fiorentina in cui farebbe crescere i giovani. Io l’ho sentito e ha tanta voglia di dimostrare che non è finito”.

Sconcerti-Ribery-Toni-Viviano
Mario Sconcerti, giornalista e tifoso della Fiorentina

Attacco stellare. Almeno potenzialmente…

Adesso Montella ha tra le mani un attacco potenzialmente stellare. In avanti, infatti, l’approdo di Ribery e la contestuale permanenza a Firenze di Chiesa potrebbero innalzare tremendamente le velleità di classica della Fiorentina. Se a queste due “frecce“, poi, ci aggiungiamo Kevin-Prince Boateng e Vlahovic, ragazzino terribile della Primavera, il reparto offensivo sembra promettere scintille.

Vista la difficile permanenza di Simeone, probabilmente Pradè dovrebbe piazzare la proverbiale ciliegina sulla torta reperendo dal calciomercato un attaccante in grado di garantire un apporto sicuro di reti. Vlahovic è una scommessa, per quanto interessante, che a Firenze vogliono assolutamente vincere ma affidare ad un classe 2000 il peso dell’attacco della Fiorentina appare leggermente azzardato.

Ribery: “Sono felice, ho parlato con Toni…”

Arrivano anche le prime parole di Franck Ribery, la nuova bocca da fuoco messa a disposizione di Montella. Dopo dodici, intensi, anni di Bayern Monaco, il francese è pronto a vivere una seconda giovinezza nella città di Dante Alighieri. Ecco cosa ha detto il folletto transalpino: “Sono contento di essere qui con la mia famiglia! Da una settimana sto parlando con le persone della Fiorentina, Toni mi ha detto che è una grande società e Firenze è una bella città. L’italiano? Ancora non è perfetto, ma è una lingua che mi piace”.

Lo attende la maglia numero 7, gentilmente concessa ed offerta da Pulgar. Lo aspettano i tifosi della Fiorentina in campo per assistere alle sue pennellate d’artista. E nella città di Firenze sono esperti di pennelli ed arte.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELL’AUTORE

Pagina Facebook dell’autore

Account Twitter autore

Seguici su:

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter ufficiale Metropolitan Magazine Italia

© RIPRODUZIONE RISERVATA