Calcio

Foggia: sei punti in sei partite, ma la vittoria nel derby ha ridato entusiasmo

Foggia
Il Foggia festante dopo il gol di Curcio che ha permesso ai rossoneri di battere 1-0 il Bari nel derby dello Zaccheria andato in scena domenica (Photo Credit: pagina FB Calcio Foggia 1920).

Non si può dire certamente che il Foggia abbia iniziato nel migliore dei modi la sua avventura nel campionato di Serie C 2020-2021. Le 4 sconfitte rimediate nelle 6 partite fin qui disputate (ricordiamo che i rossoneri devono recuperare le sfide della 2° e della 3° giornata rispettivamente contro Casertana e Teramo) non sono ovviamente un bel biglietto da visita per una squadra blasonata come quella rossonera che tornava tra i professionisti dopo un anno di transizione passato tra i dilettanti. La Serie C, conquistata non senza problemi dopo il burocratico campionato di Serie D dello scorso anno, doveva essere infatti il palcoscenico perfetto per rilanciarsi a grandi livelli.

Eppure il campo, almeno per ora, ha smentito ogni tipo di aspettativa. Il Foggia occupa attualmente la 12° posizione in classifica con appena sei punti conquistati in sei partite disputate e ciò che forse fa più male è che lo Zaccheria è stato violato già due volte: 1-3 dal Bisceglie alla 1° giornata (recuperata il 14 ottobre) e 1-2 dall’Avellino alla 6°. La vittoria di domenica contro il Bari, ottenuta grazie ad un rigore di Curcio a fine primo tempo, ha ridato fiducia e consapevolezza alla squadra del neo allenatore Marco Marchionni che, è evidente, ha bisogno di tempo per trovare il giusto feeling con l’ambiente rossonero. L’ex giocatore di Juventus e Parma sta forse pagando ancora gli effetti dei precedenti avvicendamenti in panchina tra l’esonerato Vincenzo Maiuri e il dimissionario Eziolino Capuano che certo non hanno fatto bene alla compagine dauna.

Probabilmente proprio i ravvicinati cambi in panchina hanno leggermente destabilizzato la squadra pugliese che pure aveva iniziato bene la sua avventura in campionato battendo, nella sua prima uscita stagionale, 2-0 il Potenza lo scorso 11 ottobre. Quello stesso Potenza sulla cui panchina, da qualche ora, si è seduto proprio Eziolino Capuano. Poi le 3 sconfitte consecutive contro Catanzaro (2-1), Avellino (1-2) e Ternana (2-0) e un esonero che aleggiava già sulla testa di Marchionni. Il gruppo ha bisogno di pace e tranquillità, su questo non ci piove, ma il recupero della 2° giornata contro la Casertana, in programma domani alle 15:00, è sfida che i Satanelli non possono e non devono sbagliare.

ARTICOLO PRECEDENTE

NICOLA PATRISSI

Nicola Patrissi

"Non è tanto chi sei, quanto quello che fai che ti qualifica". Giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Basilicata. Laureato in Lettere Moderne. Amo la scrittura, la fotografia ed il calcio.
Back to top button