various types of cheese on rustic wooden table

Sono tra gli alimenti più amati ed apprezzati, soprattutto in Italia dove c’è una ricca tradizione su questo tema. Si parla di formaggio, la cui classificazione varia a seconda di diversi criteri come ad esempio tipologia di latte utilizzato, periodo di maturazione, consistenza della pasta ecc…
Si diceva che sono prodotti alimentari molto apprezzati ed appetitosi, con il limite spesso evidenziato riferito al loro apporto calorico: detto in termini più+ semplici si sente spesso dire che i formaggi sono grassi, fattore certamente vero. Esistono tuttavia anche formaggi magri che rientrano in quella tradizione culinaria che rende l’Italia paese top in quanto a produzione.
È quindi possibile assaporare questo gustoso alimento derivato dal latte restando comunque in forma, senza appesantirsi eccessivamente ed evitando di assumere calorie eccessive. Vediamo come, fornendo qualche consiglio sulla base anche delle notizie di Lucanianews24.it, che sul tema ha proposto un interessante serie di articoli.

I formaggi più magri

Scegliere formaggi magi è quindi possibile: d’altra parte la scelta è piuttosto nutrita per chi ama questi alimenti visto che la tradizione culinaria del nostro paese offre tantissime tipologie diverse di sapori tra i quali proprio i formaggi hanno un ruolo preminente. E sono realmente tanti, alcuni dei quali si adattano perfettamente ai desideri di chi volesse restare in forma.
Mangiare leggero, magro, senza dover rinunciare ai piaceri di questo alimento peculiare del Made in Italy. Partiamo con un assunto fondamentale: i formaggi in linea generale non si adattano in modo impeccabile ad una dieta ipocalorica, quindi non sono alimenti da dover assumere con frequenza per chi pone grande attenzione ai grassi ed alle calorie.
Tra i formaggi che possono essere definiti come magri ci sono quelli che presentano una materia grassa che si aggira intorno al 20% o comunque non oltre il 30-35%. Quali sono i formaggi che possono essere ritenuti magri?

I formaggi magri

I formaggi che possono essere ritenuti magri sono diversi, alcuni dei quali molto noti ed apprezzati. Fermo restando poi che molti formaggi hanno anche la relativa versione light, quindi leggera, vediamo quali sono quelli che possono essere ascrivibili tra i ‘magri’:

  • Ricotta;
  • Feta;
  • Scamorza affumicata;
  • Primo sale;
  • Formaggio di capra.

Per la mozzarella e per il grana, ovvero due dei formaggi più amati al mondo, vale il discorso di cui sopra: ovvero, la possibilità di ricorrere alla versione light dato che quella ordinaria può presentare una notevole quantità di grassi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA