Cultura

Formula E | Energy Never Sleeps – Capitolo 2

Continua l’avventura del nostro protagonista Mattia, ambientata nel mondo della Formula E in questo entusiasmante ed adrenalinico racconto!

Mattia aprì piano gli occhi. Nell’ultimo ricordo che aveva di sé si stava avviando verso la bicicletta, appena dopo avere chiuso il bar. Poi vuoto totale. Cos’era successo?

Si sentiva tutto intorpidito e la vista ancora offuscata gli aveva creato qualche difficoltà nel mettere a fuoco l’ambiente circostante. Poco dopo si rese conto di non essere in camera propria: il letto non era lo stesso dove si addormentava di solito e le pareti erano di un arancione spento, anziché beige come quelle alle quali era abituato.

Energy Never Sleeps Capitolo 2 Formula E Maximilian Günther Nasr Greengyne
Felipe Nasr sarà assente nell’ePrix di Roma, perchè nello stesso weekend ci sarà anche la gara dell’IMSA a Long Beach, – Photo Credit: Angelo Balzaretti – GREENGYNE

Pensò a un’allucinazione data dal mal di testa che lo aveva assalito non appena si era risvegliato. Tenne chiusi gli occhi per qualche secondo, sperando che si sarebbero liberati da quel velo che falsava la vista.  Quando ebbe riaperto gli occhi, all’attimo di spaesamento appena passato subentrò un lampo di paura.

Mattia realizzò di non aver sognato nulla. La camera non era quella di casa sua. Fece per alzarsi dal letto, ma le caviglie e i polsi erano legate da corde elastiche. La bocca invece era bloccata da uno straccio, impedendogli qualsiasi forma di comunicazione comprensibile.

Sfruttando il momento di distrazione di Mattia, nel frattempo un tizio biondo che aveva passato da poco i trent’anni si era sincerato delle condizioni del barista e si era staccato dall’armadio per uscire dalla stanza, fermandosi nel corridoio; lì incontrò qualcuno a cui fece rapporto sulla situazione con un italiano contaminato da un accento tedesco.

Mattia però era ancora troppo intontito per rendersi conto di tutto ciò. Stava facendo i conti con delle riflessioni alla rinfusa che lo stavano bombardando senza tregua. Si ritrovò contemporaneamente a cercare un modo per slegarsi, a pensare al bar abbandonato, a elaborare una strategia per affrontare gli eventuali aguzzini, a ricordare i suoi trionfi passati e a fare elucubrazioni su come scappare da quel luogo sconosciuto.

Energy Never Sleeps Capitolo 2 Felipe Massa
Felipe Massa durante i test di Valencia – Photo Credit: Enrica Pagani – Greengyne

Il turbinio di pensieri angosciosi si placò solo quando udì una voce familiare giungere alle sue orecchie.Dei passi sempre più vicini preannunciarono l’entrata in scena di un uomo che era più di un semplice conoscente per Mattia.

<<Amico mio! Campione!>>

Antonio fece il suo ingresso trionfale allargando le braccia, come se fosse stato il mattatore di uno show a lui dedicato, mentre la voce stentorea riempiva la stanza.

<<Scusa, ma era l’unico modo>>

Lo showman fece un cenno al tizio biondo, che nel frattempo era rientrato in camera, affinché slegasse Mattia. Dopo aver eseguito i comandi, andò ad appoggiarsi al muro a braccia conserte, monitorando da lontano i due. 

Antonio aiutò Mattia a sedersi sul bordo del letto e gli rifilò un paio di pacche amichevoli sulla schiena per tranquillizzarlo.

<<Siccome siamo andati a spanne con le dosi di tranquillante, non potevamo permettere che ti risvegliassi prima del previsto e ci scappassi dalle mani. Abbiamo dovuto legarti per precauzione>>

Energy Never Sleeps Capitolo 2 Buemi Angelo Balzaretti - GREENGYNE
Sebastian Buemi su Nissan – Photo Credit: Angelo Balzaretti – GREENGYNE

L’apparizione di Antonio non aveva aiutato Mattia a schiarirsi le idee. Anzi, le aveva confuse ancora di più, facendolo entrare in uno stato che si avvicinava alla catatonia: non era neanche riuscito a girarsi per guardare il proprio interlocutore; si era messo a fissare il pavimento e aveva cominciato a scuotere piano la testa, tenendola fra le mani.

<<Probabilmente ti starai chiedendo dove ti trovi>> continuò Antonio.

<<Te lo dico subito: siamo in un hotel di Roma, la patria dei Cesari…>>

Antonio passò dieci minuti buoni a sfilare avanti e indietro davanti a Mattia, elencando nozioni da guida turistica riguardo alla città. Non diede il minimo peso al fatto che la condizione di sconforto del barista si stava tramutando in collera, visto che stava prendendo sempre più coscienza che era stato infilato a forza in una situazione che era tutto, fuorché chiara.

Era chiaro che Mattia non stesse ascoltando Antonio, ma più sentiva in lontananza quel sottofondo e più la mandibola squadrata si serrava. Il tizio biondo si accorse che qualcosa stava cambiando in lui e lo guardava con apprensione.

<<Fra poco assisterai alla tua prima gara di Formula E..>> Senza fargli finire la frase, Mattia scattò verso Antonio, lo prese per il collo con entrambe le mani e lo schiaffò contro l’armadio.

<<Che cosa hai fatto?! Dove mi hai portato?! Io stavo bene con il mio bar!>> gli urlò furioso a un centimetro dal naso.

Formula E Maximilian Günther Nasr Greengyne
Felipe Nasr sarà assente nell’ePrix di Roma, perchè nello stesso weekend ci sarà anche la gara dell’IMSA a Long Beach, – Photo Credit: Angelo Balzaretti – GREENGYNE

Il biondo intervenne a dividerli. Mattia lasciò Antonio senza opporre troppa resistenza e andò a sedersi sul letto. Si mise le mani nei capelli e cominciò a respirare profondamente per cercare di darsi una calmata, mormorando qualcosa di incomprensibile fra sé e sé, qualcosa che parve suonare come una sequela di insulti sconnessi.

Antonio si avvicinò all’aggressore come se niente fosse successo. Sperava di innescare una reazione di forza, ma non si aspettava di vederla concretizzarsi in quella maniera.

Oltre che dall’atteggiamento solitamente remissivo e mite dell’ex pilota, era stato tratto in inganno anche dalla sua stazza: dietro quei 171 centimetri per poco più di 60 chilogrammi si celava un fascio di nervi tesi e muscoli che aveva sbatacchiato Antonio come aveva voluto, lasciandolo completamente spiazzato.

Antonio si sistemò i grandi occhiali quadrati. Il naso si arricciò e le palpebre sbatterono un paio di volte. <<Ma pensa un po’. Allora sai anche arrabbiarti. Chi l’avrebbe mai detto>>

Mattia si rialzò dal letto e per tutta risposta gli assestò un pugno sulla guancia destra.

Il biondo si frappose di nuovo fra i due, ma questa volta affrontò Mattia a muso duro, piantando i suoi occhi azzurri in quelli verdi dell’altro e pronunciando degli improperi in tedesco. Toccò ad Antonio fare da paciere, mentre si massaggiava la guancia dolorante.

Formula E direzione gara ed organizzazione Sebastien Buemi Gen 2 EEnergy Never Sleeps capitolo 2
Sebastien Buemi – Photo Credit: Angelo Balzaretti – GREENGYNE

<<Thomas, per favore, non metterti in mezzo. Non preoccuparti, non è successo niente. Fra poche ore devi correre e non voglio che ti infortuni. Abbiamo già abbastanza problemi>>

Thomas guardò in cagnesco per una decina di secondi il proprio avversario. Mattia sostenne lo sguardo con la mano destra ancora chiusa. Poi lo sgherro scrollò le spalle e si sistemò alla bell’è meglio il ciuffo spettinato.

<<Va bene, Antonio. Come vuoi. Ci vediamo ai box>> disse con forte accento tedesco. Uscì dalla stanza con aria risoluta e lasciò Antonio e Mattia a confrontarsi.

Antonio raccolse da terra gli occhiali che erano volati per terra in seguito al colpo ricevuto e li ripose nel taschino della giacca blu. Mattia si muoveva nervosamente per la stanza, senza sapere bene che cosa fare.

<<Perché non metti tutta questa aggressività in pista per me? Lo so che vuoi farlo, te l’ho letto in faccia l’altra sera. Ma sei stato troppo titubante. Io ti ho dato la spintarella che ti mancava>>

<<Be’, grazie mille>> disse Mattia con sarcasmo <<E il mio bar?>>

Energy Never Sleeps capitolo 2  Top & Flop ePrix Hong Kong 2019
Gary Paffett affronta il tornante (curva 1) del tracciato di Hong Kong – Photo Credit: Angelo Balzaretti – GREENGYNE

<<Quisquilie. Puoi chiamare a casa e dire che ti prendi un anno sabbatico. Pensi solamente a lavorare. Hai bisogno di una pausa e fare altro>> proferì quelle parole con tono solenne, minimizzando la questione per evitare distrazioni controproducenti, poi fece una pausa a effetto.

Gli occhi ravvicinati rimasero immobili su Mattia. <<Gareggia per me>>

Era incredibile come Antonio non si curasse minimamente delle preoccupazioni che al momento attanagliavano Mattia. <<Per te? Quindi tu saresti a capo di una scuderia?>> gli chiese con tono sarcastico.

<<Esattamente>>

Una risata nervosa uscì dalla bocca del barista, che si passò le mani sul pizzetto per tenerle impegnate, altrimenti avrebbe sferrato un altro gancio ad Antonio.

<<Tu sei un pazzo>>

<<Bella riconoscenza verso chi ti offre una possibilità di rinascita! Dai, Mattia. Per la nostra amicizia>>

Scese un silenzio terrificante sulla stanza. Mattia era fermo a fissare il soffitto e sembrava non respirare; Antonio si lisciava i baffi a manubrio, mostrandosi a proprio agio, quando in realtà era timoroso di rincarare la dose. Alla fine prese coraggio e punzecchiò un’ultima volta il proprio interlocutore.

<<Lo so che non aspetti altro>>

Energy Never Sleeps Capitolo 2 Dillmann Angelo Balzaretti - GREENGYNE
Photo Credit: Angelo Balzaretti – GREENGYNE

Mattia non sapeva bene che cosa rispondere. Chi gli stava parlando non aveva tutti i torti, ma ovviamente il barista stava facendo parecchia fatica a digerire tutta la faccenda.

Antonio era sempre stato ammantato da un’aura di mistero e ambiguità che nessuno era mai riuscito a scalfire: quando entrava al bar, le rarissime volte in cui parlava del suo lavoro sembrava nascondere qualcosa di losco dietro all’esagerata affabilità con cui discorreva del più e del meno.

Ora Mattia aveva la possibilità di scoprire chi fosse veramente il suo cliente preferito.

Decise di dargli corda per capire dove lo avrebbero condotto le indagini.

<<Perché proprio io?>>

… CONTINUA …

A cura di Ciriatto Sannuto

SEGUICI SU:

CANALE YOUTUBE:https://www.youtube.com/channel/UCigTTOEc6pPf3YtJMj9ensw
PROFILO INSTAGRAMhttps://www.instagram.com/motors.mmi/
CANALE TELEGRAM: https://t.me/MMImotorsport
PAGINA TWITTER: https://twitter.com/MmiMotorsport
NEWS MOTORI: https://metropolitanmagazine.it/category/motori-sport/

Back to top button