Formula 2 Antonio Fuoco – Il pilota calabrese classe ‘96 ha affrontato due campionati di F2 nel corso della sua carriera, nel 2017 e nel 2018. Si tratta di un pilota in grado di ottenere vittorie e podi nella suddetta categoria, ma che per via di compagni fin troppo competitivi e qualche momento difficile non è riuscito a raggiungere il titolo finale. Lasciando senza aver toccato l’apice che tutti si aspettavano.

Formula 2 Antonio Fuoco – Avversari battibili

Fuoco, come accaduto per il corregionale Giovinazzi, se l’è dovuta vedere con piloti dal bagaglio tecnico ed economico di indubbio spessore. Nel caso dell’attuale collaudatore della Dragon di Formula E e della Ferrari di F1, alcuni tra i suoi rivali in pista sono stati Charles Leclerc, George Russell, Lando Norris, Alexander Albon e Nyck De Vries. Personalità dalla forte influenza non solo nei vari tracciati del mondo, ma anche su un piano social. Contendenti capaci di catturare l’attenzione in pista e pure quella mediatica.

Formula 2 Antonio Fuoco
Antonio Fuoco nella chicane finale del circuito di Barcellona, durante i test della F1 2019 – Photo Credit: Twitter Antonio Fuoco

Tornando nell’ambito sportivo, Leclerc e Russell sono riusciti non solo a battere Antonio, ma anche a conquistare il titolo della Formula 2: il primo nel 2017, l’altro nel 2018. Probabilmente sarebbe stato da pazzi considerare Fuoco capace di battere due piloti del genere, ma bisogna ricordare che nelle due stagioni in cui ha guidato in F2 il ruolo datogli era quello di pretendente al titolo. Purtroppo il vizio del calabrese di Cariati è stato quello di partire a regimi bassi, troppo bassi per competere al 110% contro talenti del genere.

Formula 2 Antonio Fuoco – Due anni di corse

Il piazzamento finale di Antonio nelle rispettive due stagioni in Formula 2 è stato ottavo nel 2017 e settimo nel 2018, con una media di 162 punti di distacco dal primo classificato a stagione conclusa. Una cifra davvero enorme da sopportare e mettersi alle spalle per un pilota che punta alla vittoria. L’altra faccia della medaglia è però positiva: 8 podi e 3 vittorie. Meglio di un certo Sergey Sirotkin, il quale almeno una stagione in Formula 1 è riuscito a disputarla.

Formula 2 Antonio Fuoco
Antonio Fuoco sul tracciato di Sakhir nel 2017, da compagno di Leclerc in Prema – Photo Credit: Facebook Prema Team

Non si può tuttavia non considerare quante difficoltà abbia riscontrato il nostro connazionale nell’arrivare a strappare quel tipo di risultati. Infatti lungo la sua esperienza nella serie propedeutica alla Formula 1 ci sono stati ben 16 piazzamenti fuori dai punti e 4 ritiri, che hanno minato in modo insanabile alle ambizioni di Fuoco. Di questo possiamo dare “colpa” sia ai rivali dell’italiano, delle vere macchine da guerra, ma anche ad un sistema “malato” che non riesce a dare il giusto supporto, sia economico ma anche di crescita, a tanti giovani talenti nostrani desiderosi di aprirsi una porta nel motorsport.

SEGUICI SU:

© RIPRODUZIONE RISERVATA