Formula EMotori

Cosa sarà in grado di fare Nyck De Vries in Formula E?

Dopo l’addio dal team ART Grand Prix e dalla Formula 2, Nyck De Vries è stato ingaggiato dalla Mercedes EQ Formula E. Il pilota olandese quindi affronterà per la prima volta la serie elettrica, cercando di aiutare la squadra anglo-tedesca a crescere in vista del futuro.

Formula E De Vries La meritata conquista del titolo di campione della F2 2019 ha lanciato in altro le aspirazioni di Nyck. La vittoria della categoria di mezzo tra F1 e F3 non gli ha però permesso di strappare un contratto con la classe regina del motorsport. Tuttavia il nuovo team Mercedes di Formula E gli ha proposto la possibilità di correre nel campionato elettrico. L’obiettivo è quello di aprire un nuovo ciclo vincente.

Formula E De Vries – Tra presente, passato e futuro

Non sarà facile ambire fin da subito a pole e vittorie, data l’inesperienza sia della stessa scuderia che di Nyck De Vries. Il progetto in FE nasce con la stessa impronta data al rientro in Formula 1 dalla Mercedes. Ovvero partire dalle retrovie con umiltà e via via affinare la struttura di sviluppo della monoposto. Solo così si può procedere negli anni con l’obiettivo di raggiungere l’apice. Quanto fatto dai vertici del nuovo team di Formula E si inserisce in questo contesto.

Formula E De Vries
La Mercedes MGP W01, la prima vettura di Formula 1 dopo il ritorno nelle corse a ruote scoperte – Photo Credit: profilo Twitter Mercedes-AMG F1

La prosecuzione del rapporto con Stoffel Vandoorne (dopo la parentesi in HWA) e l’ingaggio di Nyck De Vries lo dimostra. In questo momento si tratta dei piloti perfetti. Il belga infatti ha già avuto un assaggio delle monoposto elettriche, mentre l’olandese arriva con un bel bagaglio di voglia di apprendere e talento. A questo punto dovranno essere bravi i tecnici e gli ingegneri Mercedes a dare nelle mani dei piloti una macchina veloce e possibilmente guidabile.

Formula E De Vries – Un’occhiata ai test pre-stagione

I risultati delle sessioni di test andate in scena dal 15 al 18 ottobre scorso vedono il Mercedes EQ Formula E team indietro rispetto ai concorrenti. Il best lap di entrambi i piloti è infatti ben lontano dalle prime posizioni, oltre 6 decimi. Dietro le Frecce d’Argento troviamo solo il team NIO, che ricordiamo ha subito diversi cambiamenti interni. C’è quindi ancora tanto lavoro da fare.

Formula E De Vries
Nyck De Vries e Stoffel Vandoorne pronti a scendere in pista nei test – Photo Credit: profilo Twitter Mercedes-Benz EQ Formula E

La vettura necessita di un grande sviluppo visti i tempi iniziali. Oltre a questo però si conferma quanto detto precedentemente sui piloti. Vandoorne al momento è il pilota più pronto in virtù della maggiore esperienza e De Vries gli è dietro. Nonostante ciò, il campione della F2 2019 ha dimostrato un ottimo adattamento. L’olandese si è migliorato di ben 5 secondi sul compagno di squadra, arrivando a segnare un best lap di soli 180 millesimi di ritardo.

Un bel modo per far capire che la velocità non gli manca. Ma questo si sapeva già.

SEGUICI SU

Back to top button