Fred Hoiberg dalla NBA all’Università del Nebraska

Fredrick Kristian “Fred” Hoiberg spegne 48 candeline, l’ex giocatore di Indiana Pacers e Chicago Bulls, attualmente allenatore dell’Università del Nebraska.

Un sogno durato 10 anni

Fred Hoiberg comincia la sua avventura nel mondo della pallacanestro nel 1991, quando, dopo aver concluso la High School si iscrive all‘Università dell’Iowa. Per cinque stagioni giocherà con la maglia giallo rossa e chiuderà la carriera universitaria con 126 partite e il 51% dal campo. Una percentuale che attira numerose franchigie dell’NBA. Ecco che quindi arriva la chiamata, il sogno sta per realizzarsi. Nel 1995 suonano alla sua porta gli Indiana Pacers, che in quegli anni sono fortissimi e danno filo da torcere ai Chicago Bulls di Micheal Jordan. Gioca infatti sotto l’ala protettrice di Reggie Miller, uno dei migliori tiratori da 3 punti nella storia dell’NBA. Tempestato dagli infortuni non riesce a giocare con continuità e dopo 4 stagioni viene ceduto proprio ai Chicago Bulls. Nel 2001/2002, la sua stagione migliore a Chicago, chiude con il 43% dal campo. Gli ultimi due anni della carriera li trascorre a Minnesota, dove riceverà il suo più grande riconoscimento. Viene eletto infatti, miglior tiratore da 3 punti. Dopo solo 10 anni di carriera decide di volersi dedicare al ruolo di allenatore.

Head Coach

Per cinque anni ritorna da dove era partito. Diventa l’allenatore della squadra dell’Università dell’Iowa ottenendo anche discreti risultati, 90 vittorie e 47 sconfitte. Viene notato proprio dalla sua ex squadra da giocatore, i Chicago Bulls. Allenerà per 3 anni la franchigia dell’Illinois ottenendo 115 vittorie e 155 sconfitte. Attualmente è l’allenatore della squadra dell’Università del Nebraska, ma le cose non stanno andando nel verso giusto, il bilancio per ora parla di 7 vittorie e 25 sconfitte. Nel giorno del suo compleanno gli auguriamo tutto il meglio per un futuro da ottimo allenatore magari nuovamente in NBA visto la giovane età.

Seguici su:

Metropolitan Magazine

Metropolitan Basket

© RIPRODUZIONE RISERVATA