Gossip e Tv

Gabriele Romagnoli, chi è il marito di Paola Saluzzi: “Ci siamo sposati in segreto”

Gabriele Romagnoli, chi è il marito di Paola Saluzzi. La conduttrice di Sky è convolata a nozze in gran segreto con il collega conosciuto a New York. La cerimonia sarebbe avvenuta in America il 25 agosto del 2015. Romagnoli è anche lui giornalista, firma di «Repubblica» e «Vanity Fair». Il primo incontro fra i due è avvenuto un anno e mezzo fa. «È stato tutto all’improvviso. L’estate scorsa eravamo in vacanza a New York e abbiamo deciso di sposarci», confessa la conduttrice al settimanale Oggi. “Quando senti che una cosa è giusta bisogna farla. Eravamo lì in vacanza, abbiamo detto: ‘Sposiamoci!’”, spiega Paola. Le nozze sono avvenute al municipio di New York, il City Clerk, alla presenza di un solo amico come testimone, prima del passaggio al consolato italiano per la regolarizzazione dell’atto.

Gabriele Romagnoli è nato a Bologna il 10 settembre del 1960 ed oggi ha quindi 60 anni. Per quanto riguarda la sua infanzia ed adolescenza, non si conosce molto si sa soltanto che ha conseguito la laurea in Giurisprudenza presso l’università della sua città natale.

Inoltre, durante una lunga intervista a ‘#Soul‘, lo scrittore ha raccontato che giovanissimo era molto ribelle e che quando era ancora a scuola aveva un giornalino, creato da lui, in cui un giorno scrisse un editoriale contro la maestra per dire la sua opinione rispetto a quello che lui credeva essere un’ingiustizia.

Gabriele Romagnoli carriera: tutti i libri dello scrittore e marito di Paola Salluzzi

Gabriele Romagnoli, chi è il marito di Paola Saluzzi: "Ci siamo sposati in segreto"

Per quanto riguarda la carriera dello scrittore, questa comincia nel lontano 1986 con un racconto intitolato ‘Undici calciatori‘; in seguito, all’inizio degli anni ’90 pubblica il suo primo libro dal titolo ‘Navi in bottiglia, 101 microracconti‘.

Qualche tempo dopo rende noto un romanzo per adolescenti, ‘Video cronache‘ ed è anche autore di ‘Oggetti da smarrire‘, mentre negli anni successivi pubblica ‘In tempo per il cielo‘ ed anche ‘Passeggeri – Catalogo di ragioni per vivere e volare‘.

In seguito, dopo un pausa dal mondo della scrittura, rende noto ‘Louisiana blues‘, mentre nel 2004 è la volta de ‘L’artista‘ con cui riesce a vincere il Premio Garda; due anni dopo è la volta di ‘Non ci sono santi‘.

Qualche anno dopo è la volta di ‘Il vizio dell’amore‘; non solo, ma forse in molti non sanno che Romagnoli è anche lo sceneggiatore della fiction Mediaset ‘Distretto di Polizia‘ ed anche di ‘Uno bianca‘.

In seguito pubblica ‘Con le mani‘, mentre per due anni, tra il ’97 ed il ’99, è anche inviato a New York per ‘La Stampa‘ in cui si occupa della pena di morte ed è poi anche tra i giornalisti per ‘La Repubblica‘, ‘Vanity Fair‘, ‘Diario‘ ed anche ‘Avvenire‘.

Nel 2011, invece, è il direttore di ‘GQ’ e resta a ricoprire tale ruolo per ben due anni; nel 2016 è il direttore di Rai Sport, carica che invece ricopre fino al 2018.

Infine, dal 2019 ad oggi scrive una rubrica per ‘La Repubblica’ dal titolo ‘La prima cosa bella

Back to top button