Callum Ilott trionfa nella Gara 1 del GP del 70° anniversario di F2 2020 e guadagna la vetta del campionato, dopo aver ottenuto la Pole Position nella qualifica del sabato. Seconda posizione per Christian Lundgaard e a completare il podio Jack Aitken.

Gara 1 GP 70° anniversario F2 2020 – Le prime battute di gara

Ottima la partenza di Ilott che sfrutta la Pole Position ottenuta nella giornata di ieri. Difficile la partenza di Ghiotto, il quale ha perso ben tre posizioni al primo giro. Nei primi giri Ilott prova a imporre il passo per replicare la gara di Mazepin dello scorso weekend., mentre dopo un’ottima partenza Ticktum entra in crisi, scendendo dalla seconda alla settima posizione in appena cinque giri.

Come previsto, l’utilizzo delle gomme Soft obbliga i piloti a fermarsi subito; Lundgaard e Ticktum rientrano ai box dopo appena sei giri, seguiti da altri piloti nelle retrovie. Schumacher e Mazepin, partiti con gomma dura, non rientrano ai box nei primi giri e cercano di superare chi si era fermato in precedenza con un overcut. Dietro di loro cerca di recuperare Shwartzman, reduce da un sabato difficile.

Gara 1 GP 70° anniversario F2
Schumacher e Mazepin seguiti da Shwartzman durante le prime battute di gara – Photo Credit: Twitter Formula 2

Gara 1 GP 70° anniversario F2 2020 – Le fasi finali della gara

A metà gara Ilott ha acquisito un vantaggio tale da permettergli di gestire il passo fine alla fine, essendo otto secondi avanti al secondo in pista ad essersi già fermato – Lundgaard – ed essendo a soli sedici secondi dalla prima posizione.

Gara 1 GP 70° anniversario F2
Schumacher rientra ai box per montare gomma Soft – Photo Credit: Twitter Formula 2

A nove giri dalla fine Schumacher si ferma ai box per montare gomma Soft. Rientrato in settima posizione, attacca subito Ticktum per poi andare all’attacco di Tsunoda. La scelta di fermarsi prima non frutta al pilota tedesco: al giro 24 Mazepin, con gomma più fresca, attacca e passa Schumacher relegandolo nuovamente alla settima posizione.

Callum Ilott trionfa avanti a Lundgaard ed Aitken. Quarto Nikita Mazepin, autore di un’ottima rimonta con gomma Soft negli ultimi giri. Shwartzman arriva solo ottavo al traguardo, perdendo la leadership mondiale. Il pilota russo, però, partirà in Pole Position nella Sprint Race di domani mattina.

SEGUICI SU:

© RIPRODUZIONE RISERVATA