Formula E

Gara ePrix Marrakech 2020, Da Costa vola al successo

Gara ePrix Marrakech 2020 – Antonio Felix Da Costa trova la prima vittoria stagionale a Marrakech con DS Techeetah. Il portoghese festeggia davanti a Max Gunther e Jean-Eric Vergne, autore di una grande rimonta. Giornata difficile per Mercedes.

Gara ePrix Marrakech 2020 – Da Costa e Gunther in fuga

Partenza perfetta per Da Costa dalla pole position, ma subito dietro di lui le lotte non mancano. Lotterer perde la posizione su De Vries a causa di un errore alla curva cinque con Vergne e Calado che danno spettacolo nella parte centrale del gruppo. Vergne riesce a scavalcare il britannico all’inizio della terza tornata, salendo in ottava posizione. Il portoghese della DS Techeetah e Max Gunther provano l’allungo nei confronti del gruppo.

Gara ePrix Marrakech 2020
Antonio Felix Da Costa prova subito la fuga – Photo Credit: Angelo Lino Balzaretti, KLAMAT

Il gruppo si sgrana rapidamente fino a Vergne in ottava posizione, insidiato da Calado-D’Ambrosio-Sims-Di Grassi. Il francese riesce a ricucire lo strappo nei confronti di Oliver Rowland e Sébastien Buemi. Qualche difficoltà di troppo per le due Audi e le due Envision Virgin Racing nel risalire la classifica. Nel frattempo Nyck de Vries, in terza posizione, subisce un drive through per un eccesso di potenza durante la fase di regen. L’olandese rientra immediatamente ai box per la penalità.

Continua la rimonta forsennata di Jean-Eric Vergne con il sorpasso su Oliver Rowland. D’Ambrosio e Calado sono i primi ad attivare l’attack mode dopo 12 minuti di gara. La coppia di testa ha oltre tre secondi di vantaggio sugli inseguitori con Lotterer seguito da Mortara, Buemi e Vergne. Sia Da Costa che Gunther e Vergne attivano l’attack mode a 30 minuti dal termine. Perfetta mossa del francese che scavalca Buemi.

Gara ePrix Marrakech 2020
Lucas di Grassi dopo una fase iniziale tranquilla si è lanciato alla rimonta – Photo Credit: Angelo Lino Balzaretti, KLAMAT

Dopo l’utilizzo dell’attack mode, Da Costa conduce su Gunther, Lotterer, Vergne, Mortara e Buemi. Grande lotta per la nona posizione tra Calado, D’Ambrosio e Di Grassi. D’Ambrosio passa all’interno Calado in curva quattro, ma Di Grassi trova il pertugio e li scavalca entrambi all’interno. Grande mossa del brasiliano.

Gara ePrix Marrakech 2020 – Gunther si prende la leadership

Soprasso eccezionale di Gunther su Da Costa alla prima curva all’esterno a 23:50 dalla fine. Una mossa eccezionale da parte del pilota BMW. Il portoghese non molla la presa nei confronti del tedesco, sfruttando al meglio la sua scia per rimanere aggrappato alla vittoria. Tuttavia, la vera preoccupazione di Gunther è la coppia Lotterer-Vergne che riduce gradualmente lo svantaggio nei confronti della leadership.

Gara ePrix Marrakech 2020
Mitch Evans occupa la 12 esima posizione dopo due terzi di gara – Photo Credit: Angelo Lino Balzaretti, KLAMAT

Da Costa decide di sconvolgere la situazione ed attivare il secondo attack mode a 18 minuti dal termine, rimanendo davanti a Lotterer e Vergne. Mossa molto intelligente con il portoghese che si riprende immediatamente la leadership nei confronti del tedesco. Gunther risponde con l’attack mode nel giro successivo, ma la mossa è tutta nelle mani di Jean-Eric Vergne! Il francese trova un grande sorpasso in staccata su Lotterer, salendo sul podio.

Gara ePrix Marrakech 2020
Lotterer risale in quarta posizione, ma il podio è lontano – Photo Credit: Angelo Lino Balzaretti, KLAMAT

Lotterer prova a rispondere attivando l’attack mode, ma perde la posizione su Edoardo Mortara. Vergne attiva l’attack mode per rispondere al suo ex compagno di squadra, riuscendo a rimanere sia davanti a Mortara che Lotterer. Mossa perfetta per Vergne che sembra consolidare la sua posizione. André Lotterer riesce a riprendere la quarta posizione su Edoardo Mortara in curva 13 con grande prepotenza, ma il distacco da Vergne è oltre i due secondi.

Gara ePrix Marrakech 2020 – Vergne vs Gunther, il duello

Jean-Eric Vergne compie il capolavoro sfruttando al meglio l’attack mode. Il francese ha spinto a fondo ed ha ripreso e sorpassato Max Gunther con soli 8 minuti al termine della corsa. Che rimonta! La lotta non termina con il sorpasso; Gunther prova a sfruttare la maggiore energia a disposizione per scavalcare il campione del mondo in carica.

Ottima corsa di Buemi nel finale, capace di risalire fino alla quarta piazza – Photo Credit: Angelo Lino Balzaretti, KLAMAT

Duello eccezionale con soli 3 minuti dal termine: Gunther prova l’attacco alla prima curva, ma Vergne non molla un millimetro e mantiene stoicamente la seconda posizione. Nel frattempo Buemi, Mortara e Sims scavalcano Lotterer che scala in settima posizione. Finale difficile per il tedesco che verrà sorpassato poco dopo anche da Mitch Evans. Rimonta di altissimo profilo per Mitch Evans, partito dall’ultima piazza.

Vergne e Gunther si prendono a sportellate alla prima curva, ma Vergne resiste ancora una volta. L’energia però diventa critica per Vergne che perde la seconda posizione alla penultima curva a favore di Gunther. Il francese ha passato il traguardo senza energia, incredibile. Quarta posizione per Buemi, poi Mortara a chiudere la top-5.

Gara ePrix Marrakech 2020 – Analisi della corsa

Grande vittoria per Antonio Felix Da Costa che conquista così la sua prima vittoria stagionale dopo due secondi posti consecutivi. Ad impreziosire la prestazione del portoghese anche la pole position. Una partenza perfetta gli ha permesso di scappare insieme a Gunther ed, al momento decisivo, Da Costa ha messo il turbo. Imprendibile.

Da Costa vince e si prende la vetta della classifica iridata – Photo Credit: Angelo Lino Balzaretti, KLAMAT

Seconda posizione all’ultimo respiro per Max Gunther che riesce a scavalcare Jean-Eric Vergne alla penultima curva. Una grande gara da parte del tedesco che conferma la seconda posizione ottenuta durante le qualifiche. Grande rimonta per Jean-Eric Vergne che, non al 100% fisicamente, riesce a risalire la china dopo una undicesima posizione in qualifica. Primo podio stagionale e grande iniezione di fiducia.

Grande rammarico per Mitch Evans che è stato costretto a partire in ultima posizione a causa di un errore strategico nelle qualifiche. La gara? Sesta posizione con una rimonta di altissimo profilo. Cosa avrebbe potuto combinare se non ci fosse stato questo inconveniente?

Statistica? Nono vincitore diverso nelle ultime nove gare di Formula E!

SEGUICI SU :

Back to top button