Motomondiale

Gara MotoGP GP d’Europa 2020, finalmente Mir

Gara MotoGP GP d'Europa 2020
Mir vince il GP d’Europa in sella alla Suzuki – Photo Credit: MotoGP.com

Terz’ultima tappa del motomondiale e la classifica MotoGP è tutt’altro che decisa; la gara del GP d’Europa 2020 potrebbe decidere chi andrà a lottare per il 1°posto nella graduatoria generale. Con i suoi 20° C Valencia potrebbe regalare al pubblico non poche emozioni; ora è tutto nel polso dei piloti che dovranno interpretare il tracciato al meglio per non lasciar spazio di manovra ai rivali. La KTM è la grande sorpresa di questo weekend (e di tutto il campionato, ndr), riuscirà a concretizzare la preziosa qualifica di ieri? O sarà la solita dolce Suzuki a dettare il ritmo?

Gara MotoGP GP d’Europa 2020

Tutto pronto, sta per partire la gara di MotoGP del GP d’Europa 2020. I piloti sono già schierati pronti per effettuare il warm-up lap. Un GP decisivo per la lotta al mondiale ma attenzione, Valencia è un circuito a libera interpretazione e ognuno dei protagonisti ha il suo modo personale di interpretarlo.

Aggiornamento pre-gara

Aleix Espargarò è stato appena sanzionato dalla Fim Panel MotoGP. A quanto pare durante le Q2 di ieri il pilota dell’Aprilia non ha rispettato la bandiera blu. Aleix scalerà dalla 7a alla 9a casella lasciando il posto a Oliveira e morbidelli.

Prima dentro e andiamo!

È iniziato il primo appuntamento di Valencia 2020: parte bene Espargarò seguito da un Rins con una progressione niente male. Nakagami riesce a conservare la 3° posizione mentre indietro Morbidelli rimane in 7 posizione. A qualche secondo dal semaforo verde parte dalla pit lane anche Viñales, costretto ad una penalità per aver utilizzato il 6° motore (1 oltre i 5 utilizzabili, ndr).

Caduta di Quartararo e Aleix Espargarò, che rivoluzione per il mondiale, Mir e Rins sono ora primi in classifica, primo giro decisivo per l’esito del motomondiale. Week-end davvero triste per Fabio che vede sfumare così la possibilità arrivare primo della graduatoria punti MotoGP. Facciamo un piccolo recap della classifica provvisoria: Mir è al primo posto seguito dal compagno di squadra Alex e Fabio Quartararo. In pista intanto Rins riesce a portarsi in testa alla gara superando un Pol Espargarò in leggera difficoltà. Mir e Oliveira stanno intanto mantenendo il ritmo dei primi e non hanno affatto intenzione di lasciarli andare.

Buonissimi tempi anche per le KTM, Oliveira e Pol ne sono la dimostrazione: entrambi infatti stanno facendo dei tempi fotocopia alle rivali Suzuki. 23 laps to go e l’ordine provvisorio è il seguente: Rins, Espargarò, Mir e Oliveira sono in testa alla gara. Alle spalle con poco gap seguono Nakagami, Zarco e Morbidelli.  8° e 9°  la ducati di “Dovi” e Miller seguite a ruota da Marquez, Bagnaia e Rossi. Ma attenzione, rottura per Rossi che gli si pianta la moto al centro della pista; continua la serie di sfortunati eventi per il dottore, appena tornato dalla quarantena.

Out anche Bagnaia e Crutchlow a causa di una scivolata in curva due e quattro; Brivio intanto nei box ha deciso di non avvertire i due pilota in testa della scivolata di Quartararo, forse per non destabilizzarli. A 20 laps to go l’ordine di arrivo rimane più o meno invariato. Rins, Mir ed Espargarò chiudono il podio seguiti da Oliveira Nakagami e Zarco. Miller intanto a 2 secondi dal gruppo che li precede sta lentamente trovando il ritmo giusto. Peccato per Franco Morbidelli che sembra non aver trovato il feeling giusto con la sua Petronas, colpa della scelta delle gomme? Suzuki intanto la fa da padrona quest’oggi; continua infatti a allungare il gap dalla KTM di Pol.

Altro dramma in casa Aprilia, Smith è costretto a rallentare a causa di una rottura. La trama del GP d’Europa sta diventando simile a quella del film “Highlander” con la Suzuki sta dominando sia classifica piloti che il campionato costruttori; complimenti a Brivio. Morbidelli intanto sverniciato sia da Marquez che da Dovizioso, giornata disastrosa per le Yamaha.

Gara MotoGP GP d'Europa 2020
Marquez e Dovizioso davanti a Franco Morbidelli – Photo Credit: MotoGP.com

Seconda parte di gara

14 laps to go. Viñales, partito ultimo dai box è riuscito a recuperare qualche posizione, è ora 14°. Davanti la situazione rimane invariata, ora è solo una questione di gomme. Zarco sta intanto martellando gli stessi tempi della Suzuki, come lui solo la KTM di Pol e la Honda di Nakagami; sono queste le uniche squadre a riuscire a competere con il team di testa. 10 laps to go. Rins e Mir giocano di astuzia; Alex ha infatti lasciato passare il compagno di squadra Joan.

L’ordine di arrivo è il seguente: Mir, Rins e P. Espargarò in testa, seguito da Nakagami, Oliveira e Zarco. Miller, Marquez e Dovizioso cercano di inseguire i piloti in testa. Morbidelli intanto non riesce a mantenere il ritmo ed  è appena stato incalzato dal sud-africano Brad Binder. Chiudono Petrucci, Bradl, Viñales, Quartararo e l’esordiente Savadori. Povero Brivio che nel box Ecstar ha i battiti cardiaci più alti dei piloti, del tutto comprensibile visto quello che stanno facendo i suoi pupilli. Se dovesse vincere questo sarebbe il primo podio per Joan Mir in questo mondiale 2020. In gara intanto Nakagami e Oliveira si sono isolati perdendo 2 secondi dal 1° gruppo e prendendone 2 dal 3° guidato da Zarco. Ritorniamo su Mir, lo spagnolo ha un ritmo incredibile, a 5 laps to go martella costantemente l’ 1: 31 alto.

Ultimi giri

Marquez in lotta con Dovizioso, non riesce a frenare in tempo per concludere la staccata, si stende così per terra e conclude la sua gara nel ghiaione, il “Dovi” è imbattibile in staccata. Mir ha allungato sul compagno di squadra Rins; se la gara dovesse terminare così sarebbe la prima doppietta per la Suzuki dal 1982. Dovizioso intanto supera Zarco che sta soffrendo il calo delle gomme. Inizia l’ultimo giro, nel box Ecstar nessuno ha intenzione di aprire bocca, forse per scaramanzia. Fatto sta che Joan e Alex sono li, in testa alla gara e nessuna moto sembrerebbe in grado di competere con loro.

Ultima curva. Tutti gli uomini del team salgono sul muretto e arriva la prima doppietta storica per il box di Brivio con Mir primo sia in gara che in classifica. Gara decisamente alternativa ma che ha reso ben chiaro quello che è il quadro generale del motomondiale 2020. Gara MotoGP del GP d’Europa 2020 completamente dominata dalla Suzuki. Complimenti a tutto il team giapponese e complimenti ancora a Davide Brivio, a rischio infarto dopo i risultati di oggi (circa 120 BPM a riposo).

Gara MotoGP GP d'Europa 2020, finalmente Mir
Davide Brivio a rischio infarto durante il GP d’Europa – Photo Credit: Sky Sport MotoGP official Page

Le parole del Team Manager e del vincitore

Ed è proprio l’emozionatissimo Brivio a commentare per primo i risultati di oggi:

“È la prima volta che facciamo una doppietta. È un grande giorno, ci avete stressato così tanto con questa vittoria ed ora godetevela. Abbiamo avuto un weekend fantastico, è stato tutto perfetto. Questo è un sogno e non mi voglio svegliare“.

Ottimala gara di Mir, ma il merito va anche alla squadra:

“Sono felicissimo della vittoria, era quello che mi mancava ed è arrivato in un momento perfetto. La moto era perfetta ed il merito è tutto del mio team. Se si lavora bene questi sono i risultati“.

Nessun gioco di squadra

Arrivano chiarimenti sul sospetto gioco di squadra da parte di Rins: a quando pare Alex non ha affatto lasciato passare il compagno di squadra. L’allungo in curva è stato causato da un errore nell’inserimento della marcia ed il compagno di squadra ha colto l’attimo. Mir poi è stato bravo ad allungare; impossibile per Alex recuperarlo.

Gara MotoGP GP d'Europa 2020
Le Suzuki tagliano per prime il traguardo del circuito di Valencia – Photo Credit: MotoGP.com

L’ordine di arrivo

Ordine di arrivo della gara di MotoGP del GP d’Europa 2020:

Pos.PilotaTeamMoto
1Joan MIRTeam SUZUKI ECSTARSuzuki
2Alex RINSTeam SUZUKI ECSTARSuzuki
3Pol ESPARGARORed Bull KTM Factory RacingKTM
4Takaaki NAKAGAMILCR Honda IDEMITSUHonda
5Miguel OLIVEIRARed Bull KTM Tech 3KTM
6Jack MILLERPramac RacingDucati
7Brad BINDERRed Bull KTM Factory RacingKTM
8Andrea DOVIZIOSODucati TeamDucati
9Johann ZARCOEsponsorama RacingDucati
10Danilo PETRUCCIDucati TeamDucati
11Franco MORBIDELLIPetronas Yamaha SRTYamaha
12Stefan BRADLRepsol Honda TeamHonda
13Maverick VIÑALESMonster Energy Yamaha MotoGPYamaha
14Fabio QUARTARAROPetronas Yamaha SRTYamaha
Non classificato
Lorenzo SAVADORIAprilia Racing Team GresiniAprilia
Alex MARQUEZRepsol Honda TeamHonda
Tito RABATEsponsorama RacingDucati
Francesco BAGNAIAPramac RacingDucati
Cal CRUTCHLOWLCR Honda CASTROLHonda
Valentino ROSSIMonster Energy Yamaha MotoGPYamaha
Aleix ESPARGAROAprilia Racing Team GresiniAprilia

SEGUICI SU:

? INSTAGRAM: https://www.instagram.com/motors.mmi/
YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCigTTOEc6pPf3YtJMj9ensw
? TWITTER: https://twitter.com/Motorsport_MM
?️ SPOTIFY: https://open.spotify.com/show/4r2r46o8ZTBOnjzPG7Hihw
PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/motors.mmi/
✍️ GRUPPO FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/763761317760397
? NEWS MOTORI: https://metropolitanmagazine.it/category/motori-sport/

Andrea Perfetti

Gara MotoGP GP d’Europa 2020 Gara MotoGP GP d’Europa 2020 Gara MotoGP GP d’Europa 2020 Gara MotoGP GP d’Europa 2020 Gara MotoGP GP d’Europa 2020 Gara MotoGP GP d’Europa 2020 Gara MotoGP GP d’Europa 2020 Gara MotoGP GP d’Europa 2020

Back to top button