Arte e Intrattenimento

Giambattista Piranesi, Sognare il sogno impossibile

Sognare il sogno impossibile” è la mostra che celebra il terzo centenario della nascita di Giambattista Piranesi, nato a Venezia nel 1720. Ospitata all’Istituto Centrale per la Grafica di Roma è una delle mostre rimaste nascoste prigioniere del covid nel 2020.

Piranesi

La mostra racconta le opere del Piranesi, dove , in una geniale sintesi, la creatività si fonde con gli elementi della realtà. L’artista ha raggiunto la massima notorietà soprattutto come incisore ed è stato tra i più grandi nella storia dell’arte grafica. Nel corso del XVIII° secolo ha fatto viaggiare le immaginifiche vedute di Roma e delle sue pittoresche rovine in tutta Europa. La mostra è allestita al primo piano di Palazzo Poli alla Fontana di Trevi fino al 31 gennaio 2021.

Sognare il sogno impossibile

Una proiezione multimediale a soffitto si propone di coinvolgere lo spettatore nella Roma della metà del Settecento, che Piranesi ha magistralmente eternato nelle sue Vedute. La poliedrica produzione grafica piranesiana si offre a molteplici piani di lettura. Il rapporto con l’antichità, l’architettura, la tecnica costruttiva degli antichi maturano nei suoi lavori come sintesi tra la sua formazione veneta e poi romana.

La magnificenza delle rovine, la modernità della atmosfera delle carceri nere sono così articolate nelle sale espositive: I Capricci e le Carceri architetture fantastiche, Le Antichità Romane e il Campo Marzio. Inoltre sono esposti anche i disegni di Piranesi designer di Camini, Vasi e Candelabri.

Il rapporto privilegiato che l’Istituto centrale per la grafica ha con Piranesi si deve principalmente al fatto che tutte le matrici calcografiche incise dall’artista sono conservate nella Calcoteca, della quale costituiscono uno dei nuclei più importanti.

L’iniziativa si propone di offrire un’immagine a tutto tondo del ruolo dell’artista nella costruzione di un immaginario visivo legato in gran parte al volto settecentesco della città di Roma.

Il suggestivo allestimento è stato curato dal maestro Architetto Paolo Martellotti. Inoltre al piano terra saranno esposte alcune opere di arte contemporanea che hanno avuto la loro genesi nelle collezioni dell’Istituto, realizzate da alcuni degli artisti contemporanei che riflettono sull’eredità di Piranesi. Sognare il sogno impossibile sarà nella sede di Palazzo Poli alla Fontana di Trevi fino 31 gennaio 2021.

di M.C. Cadolini

Adv
Adv
Back to top button