Giornata Mondiale del Disegno, famosa anche come Giorno del disegnatore si celebra ogni anno il 27 aprile. Ricordando la celebrazione e gli eventi storici della giornata.

Giornata Mondiale del Disegno

La Giornata Mondiale del Disegno si celebra il 27 aprile in tutto il mondo. Fu proclamata dal Consiglio Internazionale delle Associazioni di Disegno Grafico; un’associazione fondata a Londra nel 1963 per disegnatori professionisti. La celebrazione esalta la creatività e la comunicazione che scaturisce attraverso il disegno. L’atto del disegnare infatti, è un simbolo di comunicazione non-verbale molto potente: gli uomini impararono a comunicare tramite immagini figurate e, solo dopo, grazie alla scrittura. Un esempio calzante sono le pitture rupestri derivanti dalla preistoria.

Giornata Mondiale del Disegno - Photo Credits. facebook
Giornata Mondiale del Disegno – Photo Credits. facebook

La tecnica del disegno è impiegata anche in campo terapeutico: l’ arteterapia è infatti, una tecnica riabilitativa volta al sostegno di persone in difficoltà, stimolando la creazione artistica e l’espressione. In Argentina invece, il disegno industriale è commemorato ad ottobre. La data simbolo scelta è il 24 ottobre 1966, giorno in cui si laurea la prima donna in disegno industriale: Haydée Stritmatter all’Università Nazionale di Cuyo a Mendoza.

Giornata mondiale del disegno, dalla creatività agli eventi storici

Il 27 aprile 1901 a Torino partono dal Parco del Valentino le 32 automobili che partecipano al primo Giro automobilistico d’Italia: fu organizzato dall’Automobile Club di Torino. Londra, 27 aprile 1908 : si aprono i giochi della IV Olimpiade a cui parteciparono circa duemila atleti, tra cui trentasette donne in rappresentanza di 22 paesi. Famosa nell’edizione londinese è la commovente vicenda dell’atleta italiano Dorando Pietri.

Dorando Pietri

Dorando Pietri, nasce a Carpi da una famiglia di umili origini. A pochi metri dal traguardo, crolla stremato. Aiutato a rialzarsi, Dorando è squalificato e la vittoria va all’americano Johnny Hayes. Tuttavia, l’atleta riceve come premio morale dalla Regina Alessandra una coppa d’oro ricolma di sterline. Nel novembre dello stesso anno, a New York è organizzata la rivincita tra Hayes e Pietri: l’italiano vince con uno stacco di 500 metri. La vicenda di Dorando Pietri è una delle più celebri nella storia dello sport italiano e mondiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA