Giornata Mondiale del Donatore di Sangue: ricorrenza celebrata il 14 giugno voluta dall’OMS. Uno sguardo alla celebrazione ed ai fatti del giorno.

Giornata Mondiale del Donatore di Sangue, sensibilizzare alla donazione

E’ dal 14 giugno 2004 che si celebra la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue, proclamata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. La data in questione è scelta proprio come simbolo del giorno di nascita del biologo Karl Landsteiner, colui che scoprì il sistema AB0 e e coscopritore del fattore Rhesus. Gli obiettivi principali volgono alla promozione del donatore di sangue anche con il patrocinio del Consiglio d’Europa.

Giornata Mondiale del donatore di sangue - Photo Credits: donatori-sanmarco.it
Giornata Mondiale del donatore di sangue – Photo Credits: donatori-sanmarco.it

Quest’anno, la campagna 2020 si prefigge di ringraziare il donatore di sangue per il suo contributo alla comunità, soprattutto durante l’emergenza pandemica. Il tema di quest’anno recita ”Safe blood saves lives”, mentre lo slogan è ” In ogni goccia c’è una storia. La nostra”, sottolineando come un piccolo gesto racchiuda un qualcosa di importante.

Eventi storici del giorno

14 giugno 1777: quel giorno negli Stati Uniti si decide di adottare, come bandiera nazionale, la bandiera a stelle e strisce. E’ il 1822, invece, quando il matematico Charles Babbage propone la sua idea di macchina differenziale, il primo calcolatore meccanico moderno. Mentre, il 14 giugno 1940 durante la seconda guerra mondiale i tedeschi entrano a Parigi. Contemporaneamente è aperto il terribile campo di sterminio di Auschwitz.

© RIPRODUZIONE RISERVATA