Gossip e Tv

Giovanna Botteri ricorda l’amica e collega Ilaria Alpi

La giornalista e inviata che ha da poco vinto il Premio Ischia Internazionale di giornalismo, riconoscimento che viene attribuito al giornalista dell’anno, nella sua lunga carriera è stata inviata in varie parti del mondo, dalle zone di guerra agli Stati Uniti fino a raccontare recentemente l’epidemia di coronavirus come inviata Rai a Pechino. Nella sua carriera, Giovanna Botteri è stata amica a collega di un’altra grande giornalista, Ilaria Alpi, assassinata in Somalia insieme all’operatore Miran Hrovatin nel 1994 e da Francesca Fialdini ha ricordato quel tragico evento: “Siamo partite contemporaneamente, lei per la Somalia io per la Bosnia. Quando l’ho saputo è stato devastante, ho attraversato tutta la ex Jugoslavia in macchina per ritornare in Italia e saperne di più” .

“Sono stati momenti difficili da cui riprendersi ma bisognava farlo per loro, loro non si sono arresi fino all’ultimo” ed infine ha aggiunto: “Credo che sia bello che ci siano giovani giornalisti che continuano a parlare di loro e ad interessarsi. Questo li mantiene vivi”

Giovanna Botteri, inoltre ha raccontato un aneddoto personale sulla tragica morte della collega. Sua figlia Sara, infatti, all’epoca andava all’asilo e in un primo momento quando le notizie erano frammentate e incerte circolavano voci che potesse essere lei la vittima. Su questo la Botteri ha concluso: “Mia figlia si ritrovò per la prima volta a contatto con la morte”.

Raccontare e vivere la pandemia è stata un’esperienza terribile, ho dovuto parlare al mio paese con due mesi di anticipo di quello che sarebbe poi successo anche in Italia: i contagi, i morti, il lockdown, lo spettacolo spettrale di Pechino, una città da 24 milioni di abitanti che all’imbrunire si svuotava per il coprifuoco”. Giovanna Botteri, corrispondente Rai da Pechino, che ha ottenuto il riconoscimento di ‘giornalista  dell’anno’ del Premio Ischia 2020. Lo ha deciso la giuria del Premio, presieduta da Giulio Anselmi, presidente dell’agenzia Ansa.


Back to top button