Sport

Golf e yoga: un connubio naturale

Unire i benefici dello yoga per il golf vi porterà prima ad un benessere fisico e, poi, a swingare meglio. Vediamo perché…

Golf e yoga: i vantaggi iniziali

Più di tre anni fa, nel settembre del 2016, un volantino in palestra mi invita a provare gratuitamente lo yoga. Nell’ignoranza più totale, ho pensato: “Chissà come sarà noioso”. Alla fine, convinto non ricordo da chi o da cosa, vado alla prima lezione. Un disastro: quasi ogni posizione proposta dalla insegnante era complessa, gran fatica a capire dove mettere mani e piedi e alcune posizione erano impossibili. Conclusa la lezione disastrosa però, non c’erano dubbi: bisognava migliorare. Lezioni e pratica casalinga facilitano il tutto, le capacità e flessibilità aumentavano. Grazie anche all’insegnante inizio a notare tutti i vantaggi che lo yoga può portare al golf.

Golf e yoga
Una lezione di yoga sul campo da golf (Credit: gogolftc.com)

Flessibilità 

Il primo aspetto di chi non ha mai praticato yoga che viene in mente è quanto siano flessibili gli insegnanti. Tutto vero: praticandolo giornalmente ci saranno benefici per tutto il corpo. Ci sono delle sequenze di posizioni che portano ad allungare tutti i muscoli. Immaginatevi di non riuscire a fare un backswing con le spalle ruotate armoniosamente con schiena e fianchi: il problema potrebbe essere la mobilità di tutto l’insieme. Con delle semplici lezioni, se frequentate con costanza, la mobilità aumenterà e lo swing creerà meno problemi fisici.

Propiocezione

La complessità di fare lo swing è elevatissima. Senza un corpo che riesce a stare in equilibrio e stabile durante il movimento sarà oggettivamente impossibile effettuare dei bei colpi. Ogni volta che si esegue il backswing il peso del corpo è quasi totalmente su un piede solo, il destro. Mentre nel finish tutto il peso è sul sinistro. I giocatori del Tour lo fanno senza mai perdere il controllo, mentre quasi tutti i dilettanti alti di handicap hanno problemi di equilibrio. Combinando yoga e golf questo passaggio migliora tantissimo. In tutte le posizioni in piedi si andrà a stimolare l’appoggio e migliorarlo: il nostro corpo lo comprenderà da solo e si riuscirà a swingare più facilmente senza nemmeno accorgersene. Per effettuare un test si provi a stare in piedi su una gamba sola, e, se ci sono problemi, si capisce su che aspetto bisogna migliorare.

Yoga sul campo da golf (Credit: TurneyValleyGolf.com)

Forza

Alle lezioni di yoga si immagina di vedere donne allungate che fanno stretching. Non è assolutamente solo questo. Ci sono tante posizioni dove si migliora la forza sia di parte alta che di parte bassa del corpo.
Tutto questo è relativo alla parte “Fisica” dello yoga. La differenza grossa con una lezione normale di fitness sta nel controllo con cui si eseguono le varie posizioni. Il tutto verrà fatto sincronizzando la respirazione portandola ad essere sotto controllo. Aspetto importante anche nella concentrazione prima e durante gli swing.

Golf e Yoga vanno (quasi) di pari passo ed una miglior salute è un altro risultato da non disdegnare. Non bisogna lasciarsi fuorviare dai luoghi comuni in materia, sopratutto per gli uomini, perchè lo swing ,di ambo i sessi, potrà beneficarne.

Per altri articoli sul golf cliccate qui.
Per rimanere aggiornati seguite la nostra Pagina Facebook

Andrea Demolli

Ossessionato dal golf, rapito dallo yoga, appassionato di corsa, bici e kickbox. Quando non faccio sport mi diverto a scrivere qualche articolo.
Back to top button