Esteri

Golpe in alcuni Stati africani

Tre golpe di stato in Stati Africani. Al potere tre uomini militari che non hanno frequentato alcuna Accademia militare francese

Tre Stati Africani colpiti da golpe

Sono stati tre gli autori di tre golpe in Africa. Mali, Burkina Faso e Guinea Conakry sono stati influenzati da un sentimento francese che ha preso il sopravvento.

I tre uomini al potere, militari, nonostante non avessero frequentato alcuna accademia militare francese, hanno provocato questi colpi di stato sicuramente per consolidare il loro potere.

Le popolazioni hanno visto un dispiegamento di mezzi militari senza però alcun effetto sulla loro vita.

Negli ultimi 17mesi ci sono stati ben 4 colpi di stato.

A Mali il 18 agosto del 2020 un gruppo di ufficiali ha rovesciato il presidente Ibrahim Boubacar Keita. Questo dopo mesi di opposizioni al regime incapace di far fronte al crescere della violenza nel paese, al caos economico e alla corruzione dilagante. Nel 24 maggio 2021 il Mali fa doppietta. Goita arresta il presidente e il primo ministro autonominandosi presidente.

A Guinea Cronacy invece il golpe ci fu il 5 settembre 2021 il colonello Mamady Doumbouya catturò il presidente Alpha Condé. Il 1 ottobre Doumbouya si autoproclamò presidente.

Poi a Burkina Faso, il 24 gennaio 2022 il colonello Paul-Henri Sandaogo Damiba prende il potere definendo il presidente Roch Marc Christian Kaboré “contagioso” nel contesto jihadista. Damiba prestoò giuramento come presidente il 16 febbraio 2022.

I tre leader avevano precedentemente affermato che non è loro intenzione rimanere al potere. Il loro obiettivo è quello di rimettere in sensto i paesi.

Con il tempo però le cose non sembrano essere cambiate. I tre avrebbero stabilito un periodo di trasizione di 5 anni.

I tre paesi sono stati congelati dalle attività finanziarie e sospesi dall’Ecowas (Economic Community of West African State).

Rebecca-Asia Spadon

Seguici su
Instagram : https://www.instagram.com/metropolitanmagazineit

Back to top button