Cronaca

Pronto Google Career Certificates, le università del mondo tremano

La multinazionale Google lancia i suoi corsi online professionalizzanti: paura per le università di tutto il mondo.

Google Career Certificates è pensato con un obiettivo preciso: formare professionisti in gradi di accedere a carriere soddisfacenti e ben pagate.

L’azienda ha lanciato una vera e propria bomba per il sistema universitario mondiale. Google Career Certificates potrebbe infatti dare un nuovo impulso alle università di tutto il globo. Da anni il sistema di alta formazione dimostra lacune un po’ ovunque arrivando a livelli di disoccupazione, a fronte di notevoli costi, davvero allarmanti. Basti pensare che in Italia il 30% dei laureati non ha ancora un lavoro.

I corsi offerti da Google

A fronte di tale situazione Google Career Certificates presenta un corso più flessibile (6 mesi o anche meno) per diverse aree tecnologiche e scientifiche. Le aree di interesse principali riguardano UX designer, project manager e data analyst. Il costo, tema cruciale soprattutto in America, sarà contenuto nell’ordine di qualche centinaio di euro. Competitivo per quasi tutte le università del mondo.

Ad accettare i nuovi certificati di Google al pari delle lauree tradizionali sarà proprio Google. Lo comunicaa Twitter Kent Walker, vicepresidente dei global affairs di Google: “abbiamo bisogno di corsi di formazione accessibili e soluzioni per l’educazione online in modo da aiutare l’America a riprendersi“, evidenziando il ruolo politico dell’iniziativa “nelle nostre assunzioni future tratteremo i certificati alla pari dei corsi universitari con lo stesso indirizzo“.


In parole povere un corso di sei mesi di Google varrà quanto quattro anni di magistrale.

L’impatto sulle università

Google assicura inoltre di seguire la ricerca lavorativa dei suoi studenti dopo il corso. Questo infatti è il punto più importante: assieme al gigante tecnologico Sundar Pichai può fare davvero la differenza con l’università tradizionale, compresa quella privata.
L’azienda assicura che i partecipanti potranno “scegliere di condividere le proprie informazioni direttamente con i migliori datori di lavoro che assumono nel loro campo“.
Tra i colossi ci sono Walmart, Hulu, Best Buy, Intel, Bank of America e, naturalmente, Google stessa, che possiede decine di altre aziende satellite.

Infine, oltre al supporto per venire a contatto con le aziende, Google offrirà stage e contratti di apprendistato ai suoi studenti. Oltre al fatto che, da ottobre, ci saranno dei corsi Google disponibili in tutti gli istituti degli Stati Uniti che insegnano materie affini alla tecnologia e l’informatica.

Una notizia che impatta il mondo aziendale e universitario come mai prima d’ora: saranno sempre di più le realtà che non chiederanno la laurea come elemento obbligatorio del CV dei candidati.

Segui tutta l’Attualità del Metropolitan Magazine

Back to top button