Metropolitan Today

Guerra di Secessione Americana: il nove aprile, la fine

Guerra di secessione americana: all’alba del 9 aprile 1865, la resa. Non solo: giorno di conquiste, disastri naturali e stragi.

Guerra di Secessione Americana, la resa

Il 9 aprile fu giorno di pace e unione. Nel 1865, il generale Lee, comandante dell’Armata Confederata della Virginia settentrionale, capo della Confederazione del Sud, all’alba del nove aprile attacca auspicando di sfondare le linee federali nella battaglia di Appomattox Court House; il suo piano fallisce e l’esercito suddista si ritrova circondato. Sono le ore 8.30 e Lee chiede un incontro con Grant per discutere la resa: firma l’atto di resa al generale Grant, ponendo fine alla Guerra di Secessione Americana. Si conclude il più grande conflitto della storia contemporanea, dopo quattro anni di sanguinose battaglie.

Guerra di Secessione americana - Photo Credits; mmagine dal web
Guerra di Secessione Americana – Photo Credits: dal web

Lo scoppio della guerra fu la conseguenza che vide l’opposizione di nord e sud del paese: inizialmente, lo scontro verteva su una diversa visione dei rapporti fra Stato centrale e governi federali, in seguito divenuto insanabile sul piano finanziario. Sul piano politico, invece, sancì la definitiva messa al bando della schiavitù sul suolo americano. Due anni dopo, la stessa America (USA) ratifica un trattato con la Russia per l’annessione dell’Alaska.

Guerra di Secessione Americana e altri avvenimenti storici

Conquiste politiche ma anche molti avvenimenti storici, in tanti, infatti, salirono al potere: dall’Imperatore romano Settimo Severo nel lontano 193, al Re d’Inghilterra Enrico V nel 1241. Non solo, anche Cristoforo di Baviera diventa Re della Danimarca nel 1440. Marcello II è papa nel 1555Napoleone Bonaparte concede ai fiorentini di  poter parlare la lingua italiana nel 1809. E l’arciduca Massimo d’Austria firma la rinuncia al trono d’Austria e d’Ungheria per sé e per i suoi eredi.

Disastri naturali e stragi

Il 9 aprile fu anche giorno di disastri naturali, omicidi e crudeli stragi. Nel 1947 tre tornado causano la morte di 181 persone, 970 feriti, tra TexasOklahoma Kansas. Tornando indietro di un paio di anni assistiamo all’impiccagione dell’ex capo dell’Abwehr, Wilhelm Canaris. Il capo delle rivali SS, Walter Schellenberg denuncia il fatto che Canaris aveva collaborato all’attentato di Hitler del 20 luglio 1944.E ancora stragi, ecco il turno di Dier Yassin, un villaggio arabo che venne attaccato il 9 aprile 1948 su ordine del futuro Primo ministro israeliano Menahem Begin: furono uccise 250 persone. Il 9 aprile 2003 la conferma della condanna ad Erika ed Omar per l’assassinio di Novi Ligure, avvenuto il 21 febbraio 2001.

Stella Grillo

Io sono ancora di quelli che credono, con Croce, che di un autore contano solo le opere. (Quando contano, naturalmente.) Perciò dati biografici non ne do, o li do falsi, o comunque cerco sempre di cambiarli da una volta all'altra. Mi chieda pure quello che vuol sapere e glielo dirò. Ma non le dirò mai la verità, di questo può star sicura. Italo Calvino
Back to top button