Recensione

Guida all’acquisto dei cestini per la raccolta differenziata da esterno

La nostra è un’epoca sempre più improntata sui valori dell’ecologia e della sostenibilità, prestando al contempo una grande attenzione agli sprechi e alla raccolta differenziata: una sana abitudine che dev’essere adottata tanto in casa quanto fuori, attraverso l’utilizzo di appositi cestini per la differenziata da esterno.

Per poterla effettuare nella maniera corretta, tuttavia, occorre dotarsi dei migliori cestini in commercio, realizzati da un’azienda specializzata in prodotti per l’arredo urbano che sia realmente esperta in questo campo.

Urban 360 Gradi è una giovane e capace realtà milanese che figura tra i migliori produttori di cestini per la raccolta differenziata. L’abilità dei suoi progettisti è tale che lo IED (Istituto Europeo di Design) si è rivolto a loro per realizzare il progetto WasteWorld, grazie al quale i cestini si sono evoluti da meri strumenti di uso quotidiano a vere e proprie opere d’arte, allo scopo di sensibilizzare le persone sul tema fondamentale della raccolta differenziata.

La triste verità, infatti, è che ogni giorno produciamo un quantitativo drammatico di rifiuti, che in un futuro non molto lontano non saremo più in grado di sostenere. La raccolta differenziata si pone dunque come un vero e proprio faro di speranza, a patto però che venga eseguita correttamente e utilizzando i cestini giusti.

Come scegliere i cestini per la raccolta differenziata da esterno

La situazione relativa alla raccolta differenziata, all’interno del nostro Paese, non è certamente delle migliori.

Se il motivo principale è da imputare a una cattiva gestione dei rifiuti a livello casalingo, è altresì evidente che i cestini per rifiuti da esterno non sempre rispecchiano le caratteristiche di base dei contenitori per la raccolta differenziata, rendendola di fatto impossibile.

La prima cosa da fare, pertanto, consiste nel procurarsi dei cestini che siano all’altezza del compito, grazie al fatto di possedere determinati requisiti. Vediamo insieme quali sono.

Ubicazione del cestino

Dove verrà collocato il cestino dei rifiuti? Questa è la prima domanda che ti devi fare nel momento in cui decidi di acquistare un cestino per i rifiuti da esterno. Andrà messo in un parco? In una via particolarmente trafficata? Oppure in una zona isolata? A seconda delle risposte che darai a queste domande, potrai effettuare una stima del quantitativo di rifiuti che dovrà contenere, ottimizzandone così la gestione.

Materiale del cestino

Essendo collocato in esterno, un cestino per i rifiuti stradali dev’essere realizzato con materiali robusti e duraturi, in grado di resistere efficacemente all’usura degli agenti atmosferici e a tutti i fattori che potrebbero potenzialmente danneggiarlo.

I migliori, a questo proposito, sono i cestini realizzati in acciaio inossidabile ma, in alternativa, nel caso di cestini di rifiuti per i parchi e i contesti naturali, è possibile optare anche per dei più consoni modelli in legno.

Qualunque sia il materiale scelto, ad ogni modo, assicurati sempre che il cestino possieda un’eccellente tecnica di fissaggio, optando per un meccanismo sicuro che gli permetta di essere ancorato a un palo o a un qualsiasi altro elemento preesistente; o, in alternativa, che sia dotato di una base che gli consenta di autosostenersi.

Tecnica di svuotamento

La tecnica di svuotamento è un altro fattore d’importanza fondamentale. Il perfetto cestino da esterno consente infatti uno svuotamento rapido ed efficace, ottenuto attraverso la semplice apertura dello sportello, laterale o frontale che sia. Questo, naturalmente, non significa certo trascurare il design del cestino dei rifiuti che, in quanto elemento afferente all’arredo urbano, dovrebbe possedere anche una certa valenza estetica.

Design del cestino

Per sposarsi armoniosamente con l’ambiente in cui verrà inserito, un cestino dei rifiuti deve possedere un design curato e dall’estetica accattivante. Più il suo aspetto apparirà suggestivo e particolare, del resto, maggiori saranno le persone che ne verranno attirate, anche solo per osservarlo da vicino. Se a questo aggiungi poi una grafica decorativa che illustri in modo chiaro e preciso come effettuare la raccolta differenziata, allora avrai davvero creato il perfetto cestino dei rifiuti da esterno.

Optional e accessori

A seconda della sua già citata collocazione, potrai decidere di dotare il tuo cestino dei rifiuti di qualche optional o accessorio aggiuntivo. Se, per esempio, sai che dovrà essere ubicato in un’area frequentata da molti fumatori, dotarlo di un posacenere potrebbe rivelarsi un’idea strategica.

In aggiunta a questo, esistono anche dei sistemi per tutelare il cestino da eventuali atti di vandalismo e fuoriuscite dei rifiuti dal sacco, nonché per evitare che si riempia d’acqua quando piove. Escamotage di questo tipo possono rivelarsi molto utili, se sai che il cestino andrà collocato in una zona “a rischio”.

Come puoi facilmente intuire, pertanto, l’unica maniera di non incorrere in un arredo urbano degradato è quella di dotarsi di cestini per i rifiuti stradali che siano realmente validi: una caratteristica che, contrariamente a quanto potresti pensare, non implica necessariamente un aumento esponenziale del loro prezzo, a patto naturalmente di rivolgersi all’azienda giusta.

Quali sono i prezzi dei cestini portarifiuti come elemento di arredo urbano

Prima d’impegnarsi nell’acquisto di un cestino per i rifiuti da esterno, è perfettamente legittimo informarsi preventivamente in merito al suo costo.

Proprio perché questi prodotti per l’arredo urbano non sono tutti uguali, infatti, in commercio puoi trovare modelli in vendita a diversi prezzi e sta a te riuscire a individuare quelli che presentano il miglior rapporto qualità prezzo.

Va da sé, naturalmente, che i prezzi della differenziata nell’ambito dell’arredo urbano sono inevitabilmente un po’ più alti rispetto a quelli della raccolta casalinga: un discorso che vale ovviamente anche per i cestini portarifiuti.

Per darti un’idea del costo generale, tieni presente che i modelli più basici di cestini di arredo urbano per la raccolta differenziata hanno un costo che si aggira intorno agli 80 – 100 euro. Parliamo ovviamente dei classici bidoncini singoli agganciati ai pali o autoportanti, che non dispongono di alcun optional particolare.

Man mano che la qualità dei cestini aumenta, con l’aggiunta dei vari optional e la presenza di un design più accattivante, i costi salgono vertiginosamente, passando da qualche centinaio di euro, per arrivare, nel caso dei modelli più “tecnologici” e all’avanguardia, a superare i 1000 euro.

Del resto, stiamo pur sempre parlando di strumenti indispensabili, la cui presenza è fondamentale al fine di garantire il decoro della città e dell’arredo urbano. A questo va poi aggiunta la grande importanza della raccolta differenziata che, come abbiamo già spiegato, dev’essere obbligatoriamente effettuata tanto fra le mura domestiche quanto fuori.

Una volta chiarita la grande importanza dei cestini per la raccolta e i costi da sostenere per il loro acquisto, rimane un ultimo problema da affrontare: trovare dei validi produttori di cestini per l’arredo urbano presso i quali effettuare il proprio acquisto.

Dove acquistare i cestini per la raccolta differenziata

Se stai affrontando un’operazione di rinnovo dell’arredo urbano e desideri includere i cestini portarifiuti tra gli elementi da rinnovare, allora dovrai necessariamente porti il problema di dove procurarti quelli nuovi. Si tratta di una questione non da poco, soprattutto se non sei un esperto del campo.

Per tua fortuna, tuttavia, esistono molte aziende specializzate nella realizzazione di prodotti per l’arredo urbano, cestini da esterno inclusi. Ciò che devi fare, pertanto, è individuare quella che t’ispira maggiormente e informarti dai suoi addetti in merito ai prodotti di tuo interesse.

Il vantaggio è che aziende di questo tipo esistono sia nella realtà “fisica”, sia in quella virtuale. Esistono cioè anche svariati e-commerce specializzati nei prodotti per l’arredo urbano, che sono in grado di offrirti tutti i vantaggi tipici degli acquisti online. Quello che dovrai fare, pertanto, sarà decidere se recarti di persona da un rivenditore, o approfittare della comodità dell’online, effettuando i tuoi acquisti direttamente dal divano di casa.

Al di là della tua decisione finale, tuttavia, la cosa più importante da ricordare è quella di non agire mai d’istinto. Il tuo non deve essere un acquisto spinto dall’entusiasmo del momento ma, al contrario, deve avvenire successivamente a un contatto con l’azienda, preferibilmente dopo esserti fatto fare un preventivo gratuito.

Questo perché la comunicazione tra te e il rivenditore è un punto fondamentale, e dev’essere portato avanti con il massimo della chiarezza. Una volta che avrai sfogliato il catalogo dell’azienda e stabilito quali sono i prodotti di tuo interesse, dovrai farlo percepire in maniera molto chiara, esigendo un preventivo che ti illustri con precisione le spese dovrai affrontare.

Solo in questo modo, infatti, potrai essere certo che il tuo acquisto andrà a buon fine, in quanto ti sarai affidato a un’azienda che ti ha garantito un servizio a 360°, senza ambiguità sui costi e con una gestione della compravendita all’insegna di una comunicazione chiara e onesta.

Adv

Related Articles

Back to top button