Il momento di pausa dal calcio giocato favorisce la nascita di eventuali operazioni di mercato, come quella per Hagi. A detta dei media scozzesi infatti, la Lazio sarebbe piuttosto interessata al figlio d’arte, che potrebbe arrivare nella prossima sessione di calciomercato. La concorrenza da battere tuttavia è alta, tant’è vero che anche il Manchester City e il Tottenham avrebbero iniziato ad informarsi.

D’altra parte, non sarebbe neanche da escludere una sua permanenza ai Rangers. In quel caso però, i Gers dovrebbero riscattare il suo cartellino dal Genk pagando 4-5 milioni di euro. Glasgow sarebbe di sicuro un ottimo ambiente per la crescita di Hagi, ma l’ultima parola resta al calciatore.

Chi è Ianis Hagi

Figlio del campione rumeno Gheorghe, che da calciatore ha vestito tra le altre le maglie di Real Madrid e Barcellona, Ianis è un trequartista attualmente in prestito al Rangers. La squadra detentrice del suo cartellino però, è il Genk. Classe ’98, ha già collezionato 10 presenze nella nazionale maggiore senza trovare la via del gol. Oltre che come trequartista, il giocatore è stato spesso impiegato anche come ala destra.

Arrivato in terra scozzese da gennaio, Hagi è sceso in campo per 12 volte tra campionato e coppe. In totale ha segnato 3 reti, di cui due in Europa League e una in Premiership, e fornito 2 assist. Nella prima parte di stagione con il Genk invece, aveva collezionato ben 14 presenze in campionato, mettendo la sua firma su 3 reti e 4 assist.

Il classe ’98 è già passato per l’Italia dal 2016 al 2018 vestendo la maglia della Fiorentina. Il rumeno si distinse soprattutto tra le fila della primavera, conquistandosi anche due presenze in Serie A.

L’offerta della Lazio

Come riportato da lalaziosiamonoi , Lotito sarebbe pronto a mettere sul piatto 10 milioni per aggiudicarsi le prestazioni di Hagi. Per il momento tuttavia, da quanto si legge dal Daily Record, non sarebbero ancora arrivate offerte ufficiali. Il punto chiave dell’operazione potrebbe essere Stefan Radu, che probabilmente aiuterebbe il connazionale ad ambientarsi a Roma e nel club.

© RIPRODUZIONE RISERVATA