GamesMetroNerd

Hands on Code Vein

Benvenuti ad un nuovo articolo dei Make a Byte! 

Tra una prova ed un’altra tra giochi di grosso calibro e giochini indie abbastanza deludenti abbiamo deciso di provare la closed beta di Code Vein sviluppato da Bandai Namco. 

Le prime impressioni del “provato” è che abbiamo a che fare con un GDR; si parte con una voce che ci chiede di definire chi siamo (modo a nostro parere carino per definire il nostro personaggio). 

Il sistema di personalizzazione del personaggio è molto avanzato, forse anche più di Monster Hunter potendo scegliere persino lo sfondo. 

Definito il nostro eroe conosciamo Cruz (la “guardiana” del falò alla Dark Souls) che ci insegnerà il Combact System; ci fa sperare bene perchè molto ampio e con diverse combo. Si possono scegliere fra diverse combinazioni di stili, da guerriero a ninja stealth dove ognuno di questi ha il suo Combact System e le armi associate; da questo punto di vista sembra un GDR misto ad un MMORPG, misto tra Dark Souls e Sword Art Online.  

La crescita si basa sull’ evoluzione statistica del DNA; interessante ma comunque sempre la solita frittata. 

I dettagli grafici dell’ambiente sono ridotti al minimo, come giusto che sia per una beta di prova, ma invece per la “guardiana del falò” è stata fatta un’eccezione, però i dettagli grafici e la fisica del movimento delle sue “oppai” è spaventoso (a buon intenditore, poche parole), ma noi non ci lamentiamo.  

Ecco a cosa ci riferiamo (credit: Bandai Namco)

La trama è semplice per come viene presentata, il mondo è dominato dal sangue che, per assurdo, è la cosa più preziosa al momento; i nostri protagonisti non hanno memoria del loro passato.  

Durante la spiegazione delle regole base di quel mondo, si scopre che il pianeta è sterile e senza linfa vitale; i nostri protagonisti vengono catturati da dei predoni di “sangue” che usa i prigionieri per raccogliere oggetti fondamentali per pagare tributi al cattivo di turno che garantisce la loro sopravvivenza in cambio di tasse in sangue. 

In conclusione, le nostre opinioni sono divergenti: ad uno di noi il gioco non è piaciuto, mentre per l’altro non gli è dispiaciuto, perché fan della saga dei souls e dei gdr  e mmorpg. Quindi aspettiamo nuovi rilasci e notizie su questo gioco. 

A presto dai Make a Byte!  

Per rimanere sempre aggiornati sui nostri articoli seguiteci, oltre che su Facebook, anche su Telegram e su Instagram!

Tutti gli articoli di InfoNerd.

Back to top button