Sport

Hidilyn Diaz e il riscatto delle Filippine: primo storico oro olimpico

Le Olimpiadi lasciano sempre un grande spazio alle storie, alle imprese e alle meravigliose favole. Certamente non tutti i successi sono inattesi, ma quando si verifica una sorpresa è giusto elogiarla ed esaltarla. Quest’oggi, è stata la volta di Hidilyn Diaz, sollevatrice di pesi delle Filippine che ha conquistato un oro entrando nella storia del suo paese e dei Giochi Olimpici. Il suo infatti, è stato il primo storico successo del suo paese che mai si era posizionato sul gradino più alto del podio.

Hidilyn Diaz, un’impresa da ricordare

Quella compiuta da Hidilyn Diaz è stata una vera e propria impresa, una di quelle storie da raccontare e che rimarranno nella storia dei Giochi. Non solo perché ha vinto l’oro nel sollevamento pesi categoria 55kg davanti alla campionessa mondiale in carica Liao Qiuyun. Si tratta di una storia memorabile poiché l’atleta rischiava persino di non riuscire a partecipare a queste Olimpiadi. Lo scorso anno, quando apprese la notizia della posticipazione dei Giochi era letteralmente devastata, come riportato dal suo allenatore e partner: “Pianse. Sono stati quattro anni durissimi, abbiamo dovuto superare molti ostacoli per arrivare dove siamo”. Queste parole vennero rilasciate ai media locali.

Tra i tanti sacrifici legati agli allenamenti, ci furono anche quelli economici. La situazione finanziaria non le consentiva di poter prendere parte alle competizioni, motivo per il quale chiese attraverso Instagram di poter trovare accordi per sponsorizzazione privati. A quel punto si mosse la federazione sportiva delle Filippine da cui ricevette 2 milioni di pesos (circa 33.665€). Successivamente, nel 2020, arrivò anche un’ulteriore donazione da parte di una fondazione privata per consentirle di allenarsi in un’area isolata per via del Covid.

Le accuse di cospirazione

I problemi che Hidilyn Diaz ha dovuto affrontare purtroppo non erano solo quelli di carattere economico, ma anche politico. Come riportato dalla CNN in un articolo del 2019, il nome dell’atleta venne scritto una lista che conteneva degli ipotetici cospiratori che volevano cacciare il presidente Duterte. Un’accusa che venne prontamente respinta dalla diretta interessata ai microfoni della medesima emittente: “Sono totalmente concentrata sul mio obiettivo per Tokyo. Per favore, non trascinate dentro il nome di qualcuno che è così impegnato a sacrificare tutto per le Filippine, a fare di tutto per rappresentare le Filippine nel sollevamento pesi, nello sport filippino ma che viene messo all’interno di una lista priva di fondamento”. Una vicenda che a quanto sembra, fortunatamente finì nel vuoto.

Il cammino olimpico di Hidilyn Diaz

La sua presenza in zona podio non è stata una sorpresa: alle scorse Olimpiadi di Rio, nel 2016, aveva infatti conquistato un grande argento nella categoria da 53Kg dietro alla taiwanese Hsu Shu-ching. Quella era stata l’unica medaglia conquistata dalle Filippine in quell’edizione delle Olimpiadi. Da quel momento in poi, Hidilyn Diaz ha cominciato a lavorare per portare a casa un successo che sarebbe stato storico. La sfida odierna è stata combattuta fino all’ultimo, con lo stacco decisivo effettuato dall’atleta filippina con un carico da 127Kg e un complessivo di 224Kg. Un risultato tale da garantire, tra l’altro, anche il nuovo record Olimpico. Dietro di lei si sono posizionate la cinese Liao Qiuyun e la kazaka Chinshanlo Zulfiya.

Le Filippine partecipano ai Giochi Olimpici fin dal 1924, ma mai prima d’ora avevano trionfato in alcuna disciplina.

Maria Laura Scifo

Seguici su Metropolitan Magazine

Seguici su Facebook

Crediti foto: Hidilyn Diaz Twitter

Adv
Adv
Adv
Back to top button