Sport

Hockey Inline: corsa ai play off

A due giornate dal termine è bagarre per conquistare l’ultimo posto ai play off. Vicenza e Milano si reincontrano dopo la finale di Coppa; prove generali per lo scudetto?

Chi dice concorrenza, dice rivalità

Avete mai assistito ad eventi sportivi senza rivalità? Avete mai immaginato dei campionati senza protagonisti ed antagonisti? Ovviamente no, non è possibile. Questo per due semplici motivi; uno perché sarebbe una noia mortale ed in secondo luogo perché questo risulterebbe del tutto innaturale. In ogni competizioni che si rispetti l’agonismo è mosso dalla rivalità e la voglia di vincere, di dimostrare agli avversari, soprattutto quelli al proprio livello, di essere migliori.
Émile de Girardin giornalista e politico francese riassunse tutto questo nella sua frase.

A 100’ dai playoff

Oggi si disputa la penultima giornata di campionato di serie A e la maggior parte dei giochi sono fatti. Civitavecchia purtroppo abbandona la massima serie, nonostante una stagione giocata con orgoglio e carattere, dopo quasi un anno dalla sua storica promozione. Questo di fatto è stato il primo vero verdetto. In coda però Monleale cerca il guizzo per conquistare l’ultimo posto per i playoff strappandolo ad uno tra Torino e Cittadella. Missione difficile per la squadra allenata da Coach Zagni che sulla carta ha il calendario più ostico.
In vetta ed al centro si punta al piazzamento migliore per riuscire ad aggiudicarsi una serie di gare più favorevoli, se così si possono definire.
Un colpo di coda da parte di questo campionato che può ancora riservare delle sorprese prima di lanciarsi nella fase calda che condurrà all’assegnazione del titolo.

Si incontrano nuovamente le strade di Milano e Vicenza

Vicenza – Milano nuovamente contro. Una sfida che che sa di riscatto e tanto altro. Foto ©️SportsFoto

Chi punta al trono è sempre Milano, ma quest’anno come non mai ha sulla sua strada un avversario deciso e determinato.
Vicenza, con la storica vittoria della Coppa Italia, ha messo in chiaro che il ruolo da seconda gli sta scomodo. La scorsa stagione aveva fatto tremare il trono dei meneghini e quest’anno lo vuole conquistare senza mezzi termini.
Prima di parlare però di finale, che di fatto è ancora lontana ed avremo tempo per parlarne, ci godremo stasera lo scontro al vertice. Infatti oggi la gara di cartello sarà, non ce ne vogliano le altre partecipanti, proprio Vicenza-Milano, su quel campo che qualche settimana fa i diavoli riuscirono ad infiammare con una prestazione strepitosa che scottò i campioni d’Italia.

Chi dice sport dice competizione, chi dice concorrenza dice rivalità, noi lo chiamiamo semplicemente spettacolo.

Back to top button