Attualità

Il cardinale Marx offre le sue dimissioni al Papa

 Il cardinale di Monaco, Reinhard Marx, presenta al Papa le sue dimissioni. La Chiesa cattolica è arrivata “a un punto morto”, si legge nel comunicato.
 “Il cuore della questione è assumere una corresponsabilità per la catastrofe degli abusi sessuali commessi da responsabili della Chiesa nei decenni passati“, si legge nella nota del cardinale. Le inchieste sul passato hanno dimostrato “molti fallimenti personali ed errori amministrativi, ma anche fallimenti istituzionali o sistemici”. Entro l’estate sono attese le perizie sugli abusi nell’arcivescovado di Monaco.

Le indagini sul passato hanno rivelato “molte carenze personali ed errori amministrativi, ma anche fallimenti istituzionali o sistemici”. Entro l’estate sono attese le segnalazioni di abusi nell’arcidiocesi di Monaco. Secondo il cardinale Marx, la Chiesa cattolica “è ferma”. Guardando indietro, spiega, «voglio mostrare che non è il luogo in primo piano, ma il compito del Vangelo». Gli eventi e le discussioni degli ultimi mesi, aggiunge anche, hanno avuto “un ruolo secondario” in una decisione su cui l’Arcivescovo riflette da tempo. “Ci tengo a precisare che siamo pronti ad affrontare un responsabilità personale, non solo per i propri errori ma per l’istituzione della Chiesa, che ho amministrato per decenni e alla quale sto contribuendo a dare un’impronta”, conclude il cardinale. Marx è uno dei rappresentanti più noti della Chiesa tedesca, che ha guidato come presidente della conferenza episcopale fino al 2020.

Adv
Adv
Back to top button