Arte e Intrattenimento

Il doodle di Google di oggi celebra Christopher Reeve, star di Superman e difensore dei disabili

Il doodle di Google di oggi celebra Christopher Reeve, star di Superman e difensore dei disabili, oggi avrebbe compiuto 69 anni. Attore, regista e sostenitore dei diritti dei meno fortunati, Christopher Reeve viene oggi onorato con un doodle creato da Erich Nagler, direttore artistico di Google Doodles.

Tutti lo ricordiamo volare sullo schermo con indosso uno svolazzante mantello rosso e con l’iconica S gigante sul petto. Tuttavia, l’appellativo di eroe, probabilmente, gli di deve per ciò che ha fatto dopo il suo grave incidente. Già, perché nonostante i medici ne abbiano definito l’infortunio uno dei peggiori possibili, Reeve ha mostrato forza d’animo, mettendocela tutta e promettendo che un giorno avrebbe camminato di nuovo.

All’epoca della caduta a cavallo di Christopher Reeve, Matthew aveva solo 15: “Sapevamo che la sua vita era in pericolo, quindi siamo andati a vederlo immediatamente. La sua ferita era una delle più gravi, era tetraplegico, aveva bisogno della respirazione assistita e un’assistenza 24 ore al giorno”. Oggi ha 39 anni, ed ha raccontato che il padre è caduto in depressione subito dopo l’incidente: “All’inizio mio padre era depresso, l’incidente lo ha colpito duramente, perché era un uomo molto attivo”. In seguito ha accettato il suo destino: “Ha scelto di accettare quello che era successo, affrontare tutto e aiutare le ricerche contro la paralisi, visto che era un personaggio pubblico e poteva dar voce”

Nato nel 1952 e morto nel 2004, all’età di 52 anni, Reeve è noto al grande pubblico per aver recitato nel film Superman del 1978 dopo avere superato gli altri due papabili protagonisti, Marlon Brando e Gene Hackman. Il ruolo gli è valso un BAFTA Award nel 1979 come miglior promettente esordiente e gli ha definitivamente aperto per porte del cinema. Forse non tutti lo ricordano, ma l’uomo è rimasto paralizzato dal collo in giù dopo un incidente a cavallo – nel 1995 – che gli ha compromesso il midollo spinale.

Dopo la riabilitazione, ha ripreso la sua carriera di attore, recitando nel remake di un film TV di La finestra sul cortile nel 1998, che gli è valso un premio Screen Actors Guild, e ha recitato in due episodi di Smallville. E’ inoltre divenuto sostenitore della ricerca sulle lesioni del midollo spinale e fondatore della Christopher and Dana Reeve Foundation. Nel 2004, dopo una lunga battaglia, ha subito un arresto cardiaco ed è entrato in coma prima di morire.

Adv
Adv
Back to top button