CalcioSport

Il Napoli soffre ma conquista i tre punti: serve più spietatezza sotto porta

Il Napoli torna alla vittoria dopo la debacle di mercoledì contro il Cagliari: Brescia battuto 2-1. In vista della gara di Champions League con il Genk, però, Ancelotti dovrà valutare bene la situazione critica in difesa.

Spietatezza, “inflessibilità intransigente e inesorabile.” Sportivamente parlando, il Napoli ha dimostrato di non avere abbastanza spietatezza in campo, sia in attacco che in difesa. La prova di mercoledì scorso contro il Cagliari è stato un importante banco di prova; una sconfitta arrivata in seguito ad un colpo di fortuna per i sardi, ma anche a causa di troppi errori degli azzurri sotto porta.

Quella con il Brescia avrebbe dovuto essere una gara ben diversa: più convinzione e più attenzione, lo chiedevano anche i tifosi. Malgrado la vittoria collezionata grazie ai gol di Mertens e Manolas, Carlo Ancelotti non può dirsi soddisfatto della prova dei propri ragazzi. Ciò che è mancato – ancora una volta, vien da dire – al Napoli è la stessa spietatezza di cui si parlava pochi giorni fa, a margine di una sconfitta casalinga che non si è mai diradata nell’aria ancora estiva della città.

Gli stessi autori del gol hanno espresso la loro preoccupazione a riguardo, sottolineando che non si può sempre tenere la gara aperta e rischiare in questo modo, così come prendere almeno un gol ogni domenica\mercoledì che sia. La partenza in termini di gol subiti è dura da analizzare, ma rappresenta uno scoglio da dover superare a tutti i costi, qualora il Napoli decidesse davvero di provare a mettere i bastoni fra le ruote alle lanciate Inter e Juventus.

Fernando Llorente e Dries Mertens esultano dopo il gol del belga – PhotoCredit: gettyimages.com

Con la Champions in avvicinamento, la situazione in difesa è da valutare attentamente: out Nikola Maksimovic

Che alla squadra manchi cattiveria in campo è ormai ampiamente constatato; tuttavia, c’è anche il fattore sfortuna che ha letteralmente preso di mira i partenopei. Dopo la doppia squalifica rimediata da Kalidou Koulibaly – che tornerà mercoledì in campo, ma salterà la gara di Torino -, Carlo Ancelotti ha subito un altro duro colpo basso: Nikola Maksimovic, dopo una partita giocata ai soliti livelli, ha dovuto abbandonare il campo dolorante. La società ha comunicato che, dopo essersi sottoposto ad esami medici, ci sarebbe una sospetta elongazione al bicipite femorale destro del difensore serbo che, dunque, non sarà disponibile per la trasferta europea.

Da valutare, invece, le condizioni di Kostas Manolas. Per il difensore greco, sempre secondo il comunicato emanato dalla società azzurra, si tratta soltanto di un lieve affaticamento muscolare; dunque, sorprese a parte, Manolas dovrebbe affiancare Koulibaly mercoledì sera.

Domenica prossima, il Napoli affronterà una durissima trasferta in casa del Torino: con Koulibaly squalificato e Maksimovic indisponibile, Ancelotti dovrà contare su Manolas e Luperto, senza dimenticare Lorenzo Tonelli ed Elseid Hysaj; qualora l’albanese dovesse giocare dall’inizio, molto probabilmente potrebbe verificarsi una situazione analoga a quella della partita di ieri pomeriggio, con Di Lorenzo a fare le veci di difensore centrale.

Kostas Manolas esulta dopo il momentaneo 2-0 – PhotoCredit: goal.com

Pagina Facebook ufficiale Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter ufficiale Metropolitan Magazine Italia

TUTTI GLI ARTICOLI DI ANTONIO PANZONE

Adv

Related Articles

Back to top button