Cronaca

Incendio spaventoso a Vercelli: nessuna ipotesi esclusa dagli inquirenti

Alle 17 circa di ieri, 23 novembre 2021, un incendio è divampato in via Failla, zona Porta Torino nella città piemontese di Vercelli. Le fiamme hanno interessato un condominio, e precisamente due mansarde. Le famiglie che non sono rientrate negli alloggi sono state ospitate da parenti o accolte, grazie all’assessorato alle Politiche Sociali, presso gli hotel della città.

Nella serata, i Vigili hanno proseguito i tentativi per domare il fuoco. Il palazzo di quattro piani in cui si è sviluppato l’incendio, vicino a corso Prestinari, sembra siano partite dalle mansarde del palazzo per poi propagarsi agli appartamenti.

Gli interventi

I Vigili del Fuoco, insieme al distaccamento volontario di Santhià supportate dai comandi limitrofi di Alessandria e dal distaccamento di Casale Monferrato e Novara hanno dunque lavorato lungamente per spegnere l’incendio. Hanno infatti partecipato all’operazione diverse squadre con i relativi mezzi e un’autoscala. Evacuati inoltre gli inquilini di tre edifici. Sul posto, nei primi momenti dopo l’allarme, anche Polizia e Carabinieri che hanno deviato il traffico. Nonostante l’intervento repentino dell’ambulanza, al momento pare che, fortunatamente, non ci siano feriti o intossicati. La buona riuscita dell’operazione poteva essere compromessa dal fumo e dalle fiamme ma nonostante queste difficoltà le attività di evacuazione e messa in sicurezza sono andate nel migliore dei modi.

L’incendio

La colonna di fumo, racconta chi era presente, era visibile a chilometri di distanza. Stando a quanto riportato dai testimoni, la vicenda ha preso il via con scoppi attribuiti, nei primi minuti, a bombole di gas. Infatti un uomo che abita nei pressi del luogo dell’incendio ha riportato che: «Stanno andando a fuoco alcune mansarde, si sentono anche delle esplosioni, sembrano bombole», ha raccontato a La Stampa un uomo che abita accanto al luogo del rogo. Al momento non si conoscono le cause. Sul posto oltre ai vigili del fuoco anche carabinieri e polizia. L’area è rimasta chiusa al traffico.

Le ipotesi

Nel palazzo andato in fiamme erano in corso alcuni lavoro di adeguamento energetico. Questo dato non viene ignorato da Forze dell’ordine e tecnici che stanno cercando di chiarirne le cause. Tra le ipotesi più probabili ci sono infatti la fuga di gas o una scintilla proveniente dal cantiere. Al momento non resta esclusa alcuna ipotesi.

di Serena Reda

Adv
Adv

Serena Reda

Avvocato e pubblicista
Adv
Back to top button