Investire nel mattone continua ad essere un’ottima idea e lo diventa ancora di più in questo periodo, perché dopo l’emergenza sanitaria del Covid-19 i prezzi degli immobili sono scesi in quasi tutta Italia. È dunque il momento giusto e conviene approfittarne, perché si possono trovare delle belle occasioni da mettere poi a reddito. Prima di buttarsi in un investimento di questo tipo tuttavia conviene fare alcune valutazioni, perché non tutte le zone sono vantaggiose per chi intende acquistare casa per poi proporla in affitto o rivenderla in un secondo momento. Anche la tipologia dell’immobile può fare la differenza: ci sono alcuni appartamenti che sono più richiesti di altri e che rendono maggiormente. Vediamo dunque quali fattori conviene prendere in considerazione per fare un investimento sicuro e poter guadagnare il massimo.

Investire in monolocali: la scelta migliore

Per quanto riguarda la tipologia di appartamenti, i monolocali sono quelli che rendono maggiormente a livello di affitti. Se quindi si acquista un miniappartamento per poi immetterlo nel mercato immobiliare e ricavare un canone mensile, si possono guadagnare delle somme molto importanti a fronte di una spesa minima. Se guardiamo all’andamento del mercato nelle grandi città, i monolocali in vendita a Roma sono quelli più richiesti e la stessa tendenza si può osservare in tutti gli altri principali centri urbani della nostra Penisola.
Il vantaggio di questa tipologia di immobili sta nel fatto che richiedono una spesa iniziale inferiore ma rendono parecchio se vengono affittati. Sono moltissime le persone che, specialmente nelle grandi città, cercano un monolocale. Se poi andiamo a vedere il canone mensile medio previsto per gli affitti, possiamo notare che le villette e gli appartamenti di ampia metratura rendono decisamente meno in proporzione.

Investire nel mattone: le città d’arte rendono sempre

Chi intende investire nel mattone farebbe bene a cercare appartamenti nelle città d’arte, perché sono quelle che a livello di rendita annua consentono di ottenere maggiori profitti. L’Italia è una Penisola ad alta vocazione turistica e in città come Roma, Firenze, Palermo, Napoli e via dicendo la richiesta di immobili in affitto è sempre elevata.
La differenza tra l’affittare il proprio appartamento ad un turista piuttosto che ad una persona del luogo sta nel prezzo, che può essere alzato e quindi risultare più vantaggioso. Certo, si parla di permanenze brevi ma in una città d’arte si riescono a trovare potenziali inquilini tutto l’anno, indipendentemente dalla stagione.

Milano e Roma: investimenti sicuri e rendite elevate

Milano e Roma, a livello generale, sono due città in cui conviene sempre investire nel mattone per via dell’alta concentrazione di attività produttive e imprenditoriali. Sono tantissimi coloro che devono spostarsi in queste metropoli per motivi lavorativi e nella maggior parte dei casi scelgono di affittare un appartamento piuttosto che acquistarlo. Per non parlare poi degli studenti, che sia a Milano che a Roma portano un grande introito ai proprietari di immobili. Parliamo di due città che hanno moltissimo da offrire ed è dunque normale che la richiesta di appartamenti in affitto o in vendita sia più elevata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA