Attualità

Italia: sostegno ad Israele, politici da destra e sinistra alla manifestazione di solidarietà

Al portico di Ottavia, parte del ghetto ebraico di Roma (tra i più antichi al mondo), si è tenuta una manifestazione di solidarietà per la popolazione di Israele. All’evento, organizzato dalla Comunità ebraica di Roma, hanno partecipato diversi esponenti politici sia da destra che da sinistra, mostrando un fronte compatto nel sostegno allo stato israeliano.

Enrico Letta dal PD, Matteo Salvini dalla Lega, Maria Elena Boschi da Italia Viva, Carlo Calenda da Azione, ma anche esponenti di Forza Italia e Fratelli d’Italia. In molti hanno preso la parola interrogati dai giornalisti. Solidarietà al popolo israeliano, partecipazione al lutto, sostegno alla democrazia sotto attacco, preoccupazione e invito a trovare una soluzione pacifica, queste le parole chiave espresse dalle varie parti politiche.

Le dichiarazioni dei politici presenti alla manifestazione a sostegno d’Israele

Enrico Letta ai microfoni dei giornalisti esprime la sua vicinanza al popolo israeliano e “il senso di partecipazione al lutto per le vittime civili, per i bambini…” per poi aggiungere: “Quello che sta succedendo è drammatico, essere qui spero con tutte le forze politiche italiane sia importante in questa crisi”.

Più duro il commento di Carlo Calenda di Azione che prende nettamente posizione:

“Noi dobbiamo smetterla di considerare equivalenti una banda di terroristi come Hamas e lo Stato democratico d’Israele. E credo che oggi la presenza qui dice questo: che c’è uno Stato che è sotto attacco, da molti anni, e questo Stato merita la solidarietà e la vicinanza degli altri Stati democratici europei e in questo caso dell’Italia”.

Si espone anche il segretario della Lega Matteo Salvini che aveva già postato su twitter e sui social diversi commenti (anche in Israeliano) a sostegno dello stato di Israele:

“I missili vanno condannati sempre e bisogna dire che Hamas è una organizzazione terroristica e che ci vuole una soluzione pacifica che gli islamisti non vogliono”.

Antonio Tajani di Forza Italia ha parlato dal palco della manifestazione:

“Vorrei che il sogno di Pannella e di Berlusconi, idealmente qui con noi si realizzasse e cioè che è vedere Israele parte integrante dell’Unione europea perché valori, democrazia e civiltà sono gli stessi. Quindi il governo scelga da che parte stare e che stia dalla parte di Israele e della pace.

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button