Sport

Jacobs incredibile! Oro alle Olimpiadi con 9”80

Adv

Jacobs ci è riuscito: ha riscritto la storia della velocità italiana e si è preso un oro incredibile, storico e assurdo. Il tempo è assolutamente incredibile, un 9”80 che non si era mai visto in Italia e nemmeno in Europa. Nuovo record italiano, ancora una volta, e nuovo record europeo. A fine gara, l’abbraccio con Gianmarco Tamberi, anche lui vincitore di un bellissimo oro nel salto in alto in comune con Barshim.

La cronaca della finale dei 100m: Jacobs nella storia

Una finale dei 100m uomini da incorniciare e che entrerà nella storia, sicuramente per l’Italia. Mai prima d’ora infatti si era qualificato un atleta azzurro all’ultimo atto olimpico della gara forse più seguita dell’atletica. Marcell Jacobs è stato pieno protagonista di questa storia e si è presentato ai blocchi di partenza fresco del nuovo primato italiano ed europeo con 9”84. Seppure sia entrato tramite i ripescaggi, essendo arrivato terzo in batteria, il suo è stato il terzo miglior tempo di accesso. Più veloce di lui hanno corso solo lo statunitense Ronnie Baker e il cinese Su Bingtian con 9”83. Tra gli altri partecipanti spiccavano i nomi di Akani Simbine e Andrè De Grasse oltre a Fred Kerley. Infine, a chiudere la rassegna dei qualificati c’erano il britannico Zharnel Hughes e il nigeriano Enoch Adegoke.

Si comincia con una falsa partenza del britannico Hughes, che si fa quasi inspiegabilmente squalificare, partendo decisamente in anticipo. Il secondo start invece è buono e Jacobs questa volta, a differenza della semifinale, parte davvero bene e si porta quasi subito al comando. Kerley prova ad insidiarlo, De Grasse tenta la rimonta, mentre Adegoke si perde per strada per infortunio. Alla fine, sulla linea del traguardo si presenta per primo l’azzurro con il tempo stratosferico di 9”80. Dietro di lui Kerley e De Grasse con 9”84 e 9”89.

Maria Laura Scifo

Seguici su Metropolitan Magazine

Seguici su Metropolitan Sport (facebook.com)

Adv
Adv
Adv
Back to top button