Con il doppio appuntamento di New York si è conclusa la prima stagione del Jaguar I-Pace eTrophy. Una competizione del tutto nuova che, così come la Formula E, ha visto il titolo iridato combattuto fino all’ultimo.

Jaguar eTrophy New York 2019 – Le vittorie delle due gare sono andate al campione Sérgio Jimenez nella categoria Pro. Nella categoria Pro-Am Bandar Alesayi ha vinto la corsa di sabato mentre Ahmed Bin-Khanen ha conquistato la prima posizione in quella di domenica. Bandar Alesayi conquista così il titolo di categoria. Andiamo a vedere come sono andate le due gare!

Jaguar eTrophy New York 2019 – La gara del sabato

E’ proprio Sergio Jimenez a vincere il primo titolo mondiale in assoluto del campionato monomarca Jaguar I-Pace e-Trophy! La corsa alla conquista del titolo iridata, è stata avvantaggiata dall’incidente in qualifica del suo rivale per la conquista del titolo mondiale Bryan Sellers, impossibilitato nella partenza in gara dopo l’incidente. Con una grande costanza nelle sue gare e con la sua seconda vittoria in stagione (la prima arrivata durante l’e-prix di Roma). Jimenez si aggiudica il titolo di campione del mondo.

Jaguar eTrophy New York 2019 Caca Bueno
Caca Bueno non è riuscito a conquistare il titolo mondiale – Photo Credit: Jaguar Racing

La gara è stata tutta tra Jimenez e Bueno, che con tutti i principali piloti Pro fuori dalle posizioni migliori, questi due hanno ravvivato il penultimo appuntamento del campionato monomarca elettrico. Le carte si sono rimescolate all’entrata della Saety Car, quando il pilota VIP, il giornalista Mark Hacking, al tornante della curva 10 è andato contro Ziyi Z Zhang. La lotta tra i due piloti brasiliani è stata serratissima, ma ha visto Jimenez avere la meglio su Bueno.

Emozioni vive anche nella categoria Pro-Am in cui Bandar Alesay ha conquistato il titolo Pro-Am dopo aver dominato nella sua classe per tutta la stagione. Dietro di lui solamente Yaqi Zhang, suo rivale più vicino di Jaguar China Racing!

Jaguar eTrophy New York 2019 – La gara della domenica

Caca Bueno perde la prima posizione alla prima curva a favore di Jimenez con Legge che prova a conquistare subito qualche posizione. Il vero protagonista della prima tornata è Bryan Sellers che risale subito la classifica dopo una qualifica difficile. Il poleman Jimenez prova subito a scappare con Caca Bueno che sembra non essere al meglio nelle fasi iniziali della corsa.

Jaguar eTrophy New York 2019
La lotta per il secondo posto tra Bueno, Legge ed Evans – Photo Credit: Jaguar Racing

Katherine Legge è agguerrita alle spalle di Caca Bueno, ma il brasiliano riesce a chiudere tutti i varchi alla pilota britannica. Subito dietro a Legge, Simon Evans rimane in agguato con Bryan Sellers risalito fino alla sesta posizione alle spalle del leader della categoria Pro-Am Bin-Khanen. L’americano del Rahal Letterman Lanigan Racing deve preoccuparsi di Zhang, sempre più alle costole.

Jaguar eTrophy New York 2019
Bin-Khanen inseguito da Bryan Sellers – Photo Credit: Jaguar Racing

Sérgio Jimenez riesce a prendere un margine di oltre due secondi su Caca Bueno, con il pilota #0 che è tallonato senza sosta da Katherine Legge. Con soli 10 minuti dal termine, Bryan Sellers trova un grande sorpasso su Bin-Khanen risalendo fino alla quinta posizione. Katherine Legge non molla un centimetro, ma anche Bin-Khanen viene insidiato da Yaqi Zhang per la sesta posizione.

Caca Bueno riesce a prendere un piccolo margine su Katherine Legge nell’ultima fase della corsa, con Sérgio Jimenez che marcia verso la sua terza vittoria stagionale. Problema per Célia Martin che è costretta a fermarsi nella via di fuga della curva 9, bandiere gialle immediatamente esposte. Il tutto, a soli due minuti dal termine.

Jaguar eTrophy New York 2019
Caca Bueno difende la seconda piazza fino all’ultimo secondo su Legge ed Evans – Photo Credit: Jaguar Racing

La corsa si conclude senza altre emozioni con Sérgio Jimenez che chiude una doppietta mondiale a New York con Bueno secondo davanti a Legge. Vittoria della corsa per Bin-Khanen nella categoria Pro-Am davanti a Yaqi Zhang e Bandar Alesayi, forte del titolo mondiale conquistato già nella gara del sabato.

Jaguar eTrophy New York 2019 – La classifica finale

Nella categoria Pro la lotta ha visto principalmente protagonisti i due piloti del Jaguar Brazil Racing che hanno dominato tutta la stagione a partire dal quarto appuntamento. Dopo la vittoria di Simon Evans in Arabia Saudita, di Katherine Legge in Messico e di Bryan Sellers ad Hong Kong, il duo brasiliano Jimenez-Bueno ha steso la concorrenza. Sérgio Jimenez ha ottenuto il successo della prima edizione del campionato con dei risultati impressionanti.

Jaguar eTrophy New York 2019
Caca Bueno (sinistra) e Sérgio Jimenez (destra), i dominatori del campionato – Photo Credit: Jaguar Racing

Il vincitore della Formula Renault 2.0 Brazil 2002 è sempre finito a podio, ad eccezione di Sanya quando è finito in quarta posizione. Il compagno di box, Caca Bueno, nulla ha potuto contro il connazionale. La classifica finale recita: Jimenez batte Bueno 149 a 121. Terza posizione finale per Bryan Sellers che, per un solo punto, riesce a precedere Simon Evans in classifica generale (107 a 106). Quinta posizione per Katherine Legge con 86 punti, davanti a Stefan Rzadzinski con 43 punti ed Adam Carroll con 6 punti.

Nella categoria Pro-Am, la vittoria del campionato è andata a Bandar Alesayi grazie a cinque vittorie, due secondi posti ed un terzo posto. Il pilota della Saudi Racing #12 è riuscito a prevalere con 155 su Yaqi Zhang della Jaguar China Racing. Il pilota cinese ha chiuso al secondo posto con 136 punti, davanti ad Ahmed Bin-Khanen, terzo con 117 punti.

Jaguar eTrophy New York 2019
Bandar Alesayi, Saudi Racing – Photo Credit: Motorsport Images

Niente top-3 per Célia Martin che chiude con 77 punti; la francese non è riuscita a quella vittoria che la avrebbe certamente aiutata a salire sul podio finale. Quinta posizione in classifica iridata per Ziyi Zhang che ha corso per Jaguar China Racing per le ultime cinque gare stagionali totalizzando 36 punti. Ultime due posizioni per Tao Wang e Qi Lin, entrambi con 11 punti.

Jaguar eTrophy 2019 – Un giudizio sulla prima stagione

Il Jaguar eTrophy ha corso la sua prima stagione tra lo scetticismo generale; dai tifosi fino ad alcuni addetti ai lavori. La serie elettrica di supporto promossa da Jaguar Racing ha vissuto una stagione sperimentale che non può certo determinare un giudizio definitivo. Per quanto si è visto in pista e nell’organizzazione, la serie non può essere né promossa né bocciata. Cose buone e cose meno positive si sono alternate per tutta la stagione.

Jaguar eTrophy New York 2019
Partenza della gara di domenica – Photo Credit: Motorsportweek

Sotto l’aspetto puramente sportivo, il Jaguar eTrophy mette pienamente in evidenza una corrente di pensiero che sta man mano prendendo piega tra gli appassionati di Formula E. I circuiti cittadini non potranno durante molto a lungo. Malgrado questo handicap legato alla poca possibilità di sorpasso, le gare sono state tutto sommato divertenti. Un aspetto molto interessante è legato alla decisione di ospitare, per ogni ePrix, un pilota VIP della nazione ospitante.

Una nota dolente è legata all’aspetto organizzativo e promozionale. L’organizzazione non è stata delle migliori (basti pensare ai box a Rome, collocati a “La Nuvola”) così come l’aspetto promozionale della serie. Jaguar Racing ha investito molto, ma la copertura mediatica è stata pressoché nulla in primis da parte di Jaguar: alle dirette Facebook, almeno per la gara, si potrebbe affiancare la copertura ufficiale di Formula E.

SEGUICI SU:

CANALE INSTAGRAM: https://www.instagram.com/motors.mmi/
CANALE TELEGRAM: https://t.me/MMImotorsport
PAGINA TWITTER: https://twitter.com/MmiMotorsport
NEWS MOTORI: https://metropolitanmagazine.it/category/motori-sport/ 
CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCigTTOEc6pPf3YtJMj9ensw

© RIPRODUZIONE RISERVATA