Cinema

Jane Fonda, 5 film impegnati dell’attrice-attivista

Adv
Adv

Jane Fonda è un’attrice che evoca le sue numerose trasformazioni. Dalle commedie romantiche a quei drammi politicamente impegnati che la distingueranno nella Hollywood degli anni ’70, all’aerobica, ai ruoli televisivi. Una donna capace di reinventarsi, un personaggio pubblico che non ha temuto di mettere la coerenza politica davanti alla propria carriera ed un’attrice dal talento straordinario. Ne sono prova i due premi Oscar ricevuti nel 1972 per “Una squillo per l’ispettore Klute” e nel 1979 per “Tornando a casa“. Qui di seguito, ricordiamo le interpretazioni di Jane Fonda in 5 dei suoi film più impegnati.

Jane Fonda in 5 film impegnati

Dopo il successo conquistato con “A piedi nudi nel parco” accanto a Robert Redford, arriva il primo ruolo in un film che punta a smuovere le coscienze con una storia di disperazione umana: “Non si uccidono così anche i cavalli?” (1969) dove recita nel ruolo di Gloria.

Tuttavia saranno gli anni ’70 a consacrarla nella New Hollywood come attrice impegnata nelle battaglie del suo tempo. Nel 1977 è la scrittrice Lilian Hellmann nel film “Julia“, per cui riceverà una nomination agli Oscar. L’anno successivo è Sally Hyde, la moglie di un Marine inviato a combattere la guerra in Vietnam in “Tornando a casa“. Questo film le permise di portare anche sul grande schermo la propria lotta politica contro la guerra in Vietnam, battaglia che le valse il soprannome di “Hanoi Jane” e un posto d’onore nella lista nera di Hollywood.

Nel ’79 è una reporter televisiva nel film “Sindrome Cinese” di James Bridges. In questo film Kimberly Wells, il personaggio di Fonda, e la sua troupe si troveranno a lottare per fare emergere la notizia di un incidente in una centrale nucleare nei pressi di Los Angeles.

L’ultima partecipazione di Jane Fonda che si vuole citare, non riguarda in realtà un film, bensì una serie televisiva: “The Newsroom” (HBO 2012-2014), un political drama creato da Aaron Sorkin. Fonda qui intepreta il personaggio ricorrente di Leona Lansing, la Ceo del network, in quella che è una serie “sulla verità“, nelle parole dell’attrice.

Debora Troiani

Seguici su : FacebookInstagramMetrò

Adv
Adv

Debora Troiani

Laureata in Lingue, Letterature, Culture e Traduzioni alla Sapienza, studio ora Editoria e Scrittura, con un curriculum orientato al giornalismo. Sono una grande appassionata di lingue e letterature straniere (soprattutto russa e tedesca), di teatro, cinema e in generale di forme d'arte impegnata che affronta temi sociali.

Related Articles

Back to top button