Gossip e Tv

Jo Squillo entra al Gf Vip, perché la scelta di indossare il burqa

Jo Squillo questa sera entrerà al Grande Fratello Vip insieme a Sophie Codegoni, Giucas Casella, Miriana Trevisan ed altri concorrenti e – intervistata da Francesco Canino per Il Fatto Quotidiano – ha dichiarato che le piacerebbe varcare la porta rossa col burqa in testa.

“Noi artisti siamo stati dimenticati da tutti. Io faccio la cantante, faccio spettacoli nelle discoteche, un comparto distrutto. E poi basta con questi cliché sui reality: essere artista significa provare a realizzare degli atti di riflessione anche in un contesto diverso da noi. Vorrei entrare al Grande Fratello indossando un burqa, simbolo di oppressione delle donne. La mia non sarebbe una provocazione ma un gesto forte per esprimere solidarietà alle donne di Kabul e alle nostre sorelle afghane. Oltre che un atto di libertà per rivendicare la libertà di tutte noi”.

“Per me essere un’artista non significa fare soldi o avere successo. Significa essere un’attivista, puntare le luci su ciò che merita, su un tema che mi sta a cuore. E lo farò anche nel reality per provare a cambiare qualche cattiva abitudine della nostra società. Non voglio insegnare nulla a nessuno, al massimo far riflettere. Per esempio, vorrei che le ragazze di oggi capissero i danni della superficialità: si può essere leggeri ma non vacui. E poi vorrei parlare di veganesimo”.

Fra i concorrenti quello che lo incuriosisce di più è Manuel Bortuzzo.

“Tutti abbiamo storie forti, sennò Alfonso Signorini ci avrebbe scelti. Il problema è elaborarle queste storie, capirle, entrare nel profondo. Io vorrei farlo con Manuel Bortuzzo: m’interessa capire l’elaborazione del suo percorso. La disabilità è un tema che conoscono bene grazie alle mie amiche Giusy Versace e Antonietta Laterza”.

Back to top button