Calcio

Juventus, Allegri comanda: “Bonucci? La fascia non sarà sua…”

Un ritorno scoppiettante e benedetto da tutti i tifosi bianconeri. La Juventus ha riabbracciato Massimiliano Allegri per la seconda volta nella sua storia. Il tecnico toscano si è presentato agguerrito e voglioso di lasciare, nuovamente, il segno in quel di Torino.

Juventus, Allegri agguerrito: “Non è più tempo di pensare al passato…”

Ecco le parole in conferenza stampa di Massimiliano Allegri: “Sono emozionato e divertito come quando ho iniziato ad allenare. Finora alla Continassa ho lavorato con tanti giovani e ora stanno rientrando tutti i giocatori della prima squadra. Non è più tempo di pensare al passato, ma al futuro. Inizio un nuovo ciclo di lavoro e ho a disposizione un’ottima squadra che stiamo cercando di sistemare ulteriormente. È formata da tanti giovani di valore che devono aver voglia di migliorare, poi ci sono anche dei giocatori esperti come Ronaldo, Chiellini e Bonucci che devono dare un valore aggiunto. Oltre a portare esperienza e tecnica in campo, devono dare l’esempio e far capire ai giovani cosa vuol dire giocare nella Juve. Cinque anni fa era giusto separarsi dopo anni meravigliosi e ora inizia una nuova storia. Dobbiamo lavorare per centrare gli obiettivi e arrivare a marzo ancora in corsa in tutte le competizioni“.

Su Cristiano Ronaldo: “Un grandissimo campione, un giocatore straordinario e un ragazzo intelligente. Ieri è tornato e ci siamo parlati. Gli ho detto che è un anno importante e che sono molto contento di ritrovarlo e che ha una responsabilità maggiore rispetto a tre anni fa. Allora avevamo una squadra più esperta. Oltre a mettere in campo le sue qualità di goleador, da lui mi aspetto molto anche sul piano delle responsabilità e dell’esempio. Giocando ogni due-tre giorni poi bisognerà saper gestire i calciatori con attenzioni“.

Questione Dybala e situazione legata a Bonucci

Sarà un anno importante per Paulo, che ho trovato in ottime condizioni anche mentali. E’ un giocatore che segna e da lui mi aspetto molto. L’ho trovato molto motivato. Ha dei numeri che sono dalla sua parte, anche se l’anno scorso non è stata un’annata straordinaria. Ora ha 28 anni e ho avuto un’ottima percezione, ho ritrovato un uomo dopo due anni. Si rende conto che è un anno importante e si è presentato nel migliore dei modi. Paulo fa gol e questo nel calcio è molto importante, conto molto su di lui“.

No alla fascia a Leonardo Bonucci: “Dybala nella Juventus è il secondo con più anni di presenza dopo Chiellini, quindi il vicecapitano sarà lui. Bonucci? Se n’è andato, quindi se vuole la fascia se la deve comprare. Quando è tornato è diventato ultimo nella gerarchia, ora sta scalando le posizioni, ma Leo lo sa“.

Obiettivi: “Sono molto contento della squadra che ho a disposizione soprattutto per l’entusiasmo che ho trovato nei ragazzi e la voglia di raggiungere gli obiettivi. Direi che possiamo fare un’ottima stagione. Champions? Deve essere un desiderio. Vincerla non è facile, ci sono tante componenti. L’obiettivo è passare il primo turno, poi vediamo un passo alla volta. A marzo dobbiamo essere dentro in tutte le competizioni. Scudetto? Nel calcio italiano ci sono allenatori importanti, sono tornati Spalletti e Mourinho, c’è Sarri alla Lazio, Inzaghi all’Inter. L’Inter ha vinto lo Scudetto ed è la favorita, noi dobbiamo fare un percorso che ci porti a maggio a vincere il campionato…

La Juventus ha riscoperto la carica di Massimiliano Allegri: dopo le parole, importanti, adesso si passerà ufficialmente ai fatti: le avversarie sono avvisate.

Seguici su Metropolitan Magazine

(Credits: Juventus Facebook)

Back to top button