Juventus Atletico Madrid è possibile la remuntada?

La Juventus con la vittoria di domenica scorsa contro il Napoli ha messo praticamente le mani sull’ottavo scudetto consecutivo. Ora tutta l’attenzione dei tifosi della Vecchia Signora è per la sfida della prossima settimana contro l’Atletico Madrid. Sicuramente ieri da spettatori i tifosi e i giocatori bianconeri hanno potuto assistere ad un’altra magica serata di Champions.

Il Tottenham grazie alla rete di Harry Kane si è assicurato il passaggio del turno, forte del tre a zero dell’andata. La vera sorpresa però è arrivata da Madrid dove la banda scatenata dell‘Ajax, allenati dal Erik Ten Hag, ha eliminato i campioni del Real con un sonoro 1-4. Ennesima dimostrazione che in Champions non si possono e non si deve fare calcoli prima dello scadere del tempo.

I giocatori dell’Ajax festeggiano dopo l’impresa del Bernabeu ( Fonte Washington Post)

Una lezione che sicuramente avrà ispirato i giocatori della Juventus, costretti il prossimo 12 Marzo ha tentare il miracolo contro l’Atletico Madrid. L’impresa è di quelle ardue, ribaltare il 2-0 dell’andata contro una squadra che concede veramente poco ai suoi avversari. Dunque quante possibilità ha la Juventus di riuscire a passare il turno? Di seguito proveremo ad analizzare le ipotesi.

PERCHE’ NO :

1 IL Cholismo : I colchoneros sono abituati a giocare e a lottare per difendere ogni centimetro di campo. Il Cholismo, non teme le avversità, o il dover soffrire perché loro ci sono abituati. Il risultato dell’andata li mette quindi nella condizione a loro più agevole.

2 Il sistema difensivo: “Il Cholismo” non darebbe i stessi risultati se ad applicarlo non ci fossero due fuoriclasse della materia come Godin Gimenez. Forti nelle marcature e capaci di segnare anche reti pesanti come testimonia la partita d’andata.

3 Griezmann: Ammesso che i bianconeri riescano a violare la porta difesa da Oblak, c’è uno spauracchio a cui devono stare attenti “le petit diable” Griezmann. Lo scorso anno il francese ha trascinato i suoi alla vittoria per l’Europa League, ed è stato fondamentale per far vincere alla Francia i Campionati del Mondo. Non è permesso fargli regali. Inoltre al suo fianco ci sarà Alvaro Morata, vecchia conoscenza bianconera, giocatore che si trasforma nelle notti di Champions.

PERCHE’ SI:

La forza del gruppo: La Juventus in questi anni ha dato dimostrazione di non mollare mai. Le due imprese sfiorate contro il Bayern Monaco e il Real Madrid, gridano ancora vendetta. Stavolta non basterà uscire a testa alta.

Fattore CR7: Quando quest’estate la Juventus ha acquistato Ronaldo, la dichiarazioni d’intenti era chiara: Vincere la Champions League. Chi più del portoghese che vanta 5 coppe in bacheca e 121 goal nella massima competizione Europea può sovvertire il destino della Juventus. Inoltre CR7 ha un conto aperto contro l’Atletico con ben 22 goal messi a segno.

CR7 mostra il 5 con la mano ai tifosi dell’Atletico. (Fonte Sport Mediaset)

La fortuna: Niente amuleti, cornetti o acqua santa a benedire la panchina. Pura è semplice fortuna negli episodi che dovranno girare nel verso giusto. Segnare i goal necessari nei minuti giusti per piegare le gambe all’avversario. Vedesi la straordinaria rimonta che la Roma ha fatto nella scorsa Champions contro il Barca.

Insomma non ci resta che aspettare e goderci quella che si spera essere un’altra indimenticabile notte di Champions League.

Luca Pradella.

© RIPRODUZIONE RISERVATA