CalcioSport

Juventus e quel sogno chiamato Guardiola

L’Italia sportiva si interroga su chi sarà il prossimo allenatore della Juventus, Agnelli dopo aver salutato Max Allegri ha un sogno nel cassetto: Pep Guardiola.

Il tecnico catalano, l’uomo che ha rivoluzionato il calcio moderno, con la sua filosofia del Tiki Taka, sarebbe il prediletto alla Continassa per soddisfare la volontà non solo di vittorie, ma anche di vedere una squadra esprimere un gioco meno speculativo.

Pochi minuti fa attraverso il suo account Twitter, la firma del Mundo Deportivo Francesc Aguilar ha scritto “La stessa persona che mi disse a suo tempo, come Guardiola avesse trovare un accordo con il Manchester City, ora sostiene come il tecnico sia vicino alla Juventus. Al tempo lo credetti, ora mi costa di più, ma a Torino non si parla d’altro.

Nonostante la fibrillazione, le notizie sotto traccia e quant’altro, al momento quella di vedere di Pep Guardiola sulla panchina della Juventus il prossimo anno resta più che altro un’utopia. Guardiola ha più volte smentito di voler lasciare Manchester e al momento ha un contratto che lo lega al City fino al 2023 di 15 milioni di sterline.

Khaldoon Al Mubarak presidente dei citizien, sarebbe disposto a prolungare questo contratto per altri 5 anni, per la bellezza di 115 milioni di euro nelle tasche di Pep.

Se il sogno Guardiola dovesse rimanere tale, quale potrebbe l’alternativa?

Nelle ultime ore crescono le quote di Maurizio Sarri, il tecnico toscano in rotta con il Chelsea. Sarri rappresenta l’alternativa più vicina a Guardiola, in termini di impostazione di gioco alla squadra. Il grande nemico, l’uomo che voleva prendere il palazzo, è quindi ora in pole position per la panchina bianconera, ma il mistero sul suo futuro verrà svelato solamente dopo la finale di Baku.

In corsa rimangono ancora Pochettino, Mihalovic ed Inzaghi. I primi due sono per il momento solo suggestioni, mentre Inzaghi avrebbe il gradimento della dirigenza, in special modo di Paratici con il quale condivide una conoscenza di vecchia data.

Appare comunque evidente che la Juventus, dopo l’esonero di Allegri, abbia già in mano il suo sostituto. Non ci resta che aspettare i prossimi giorni per sapere quale sarà il suo nome.

Luca Pradella

Back to top button