Juventus-Inter: il duello è anche sul mercato

Domani sera la sfida scudetto Juventus-Inter sarà il match di cartello della tanto discussa ventisettesima giornata e si giocherà all’Allianz Stadium, a porte chiuse. Il duello tra le due compagini, che proveranno a recuperare terreno sulla Lazio, si combatte anche fuori dal campo. Già durante quest’estate il tormentone Lukaku aveva coinvolto le due società, ma per quest’estate si preannuncia uno scontro su più fronti: gli obiettivi comuni anche sul mercato accendono il clima già prima del match.

Stessi obiettivi, fuori e dentro il campo

Lo Scudetto non si deciderà domani sera, sebbene così avremmo pensato fino a qualche mese fa. La sorpresa di questo campionato, allenata da Simone Inzaghi, sta mettendo i bastoni fra le ruote alle due candidate per la vittoria finale. Sicuramente il match dell’Allianz Stadium ci darà una risposta su quanto ancora l’Inter potrà lottare per il primo posto. Una sconfitta dei nerazzurri significherebbe di fatto perdere troppi punti dalle contendenti e salutare il sogno scudetto. La vittoria dei ragazzi di Conte, invece, oltre a mettere nei guai Maurizio Sarri, potrebbe rendere questo finale di campionato ancora più entusiasmante.

Dopo la sconfitta con la Lazio, l’Inter ha disputato solo i due match di Europa League contro il Ludogorets, aggiudicandosi agevolmente il pass per gli ottavi di finale. In campionato, dunque, tocca dare una svolta e dimostrare di essere abbastanza maturi da vincere anche una sfida complicata come quella di domani sera. Il duello tra le due compagini, però, si combatte anche fuori dal campo, e, in particolare, sul mercato. I tanti obiettivi in comune infiammeranno l’estate del 2020.

Lo scontro sul mercato

Juventus-Inter è una sfida ostica e interessante anche sul fronte mercato, dove gli obiettivi delle due compagini sembrano per molti versi sovrapporsi. Partiamo da Federico Chiesa: il talento della Fiorentina, promosso sposo della Juventus quest’estate, è un pallino di Conte, che lo vedrebbe incastrarsi perfettamente nel suo sistema di gioco. I bianconeri sono stati vicinissimi al suo acquisto nel mercato estivo, ma il cambio di proprietà della Viola ha fatto cambiare idea all’attaccante. Chiesa non è però convinto di restare, e l’Inter proverà a sfruttare i buoni rapporti con Commisso e la volontà del giocatore per abbassare la richiesta di 70 milioni e portarlo il prossimo anno a Milano.

Altri obiettivi in comune, o che comunque vedono incastrare le storie di mercato di Inter e Juventus sono in attacco. Icardi in bianconero è ciò che qualunque tifoso nerazzurro si augura di non vedere, ma è un’ipotesi che col tempo prende quota; i problemi dell’ex capitano a Parigi potrebbero convincere Al-Khelaïfi a non sborsare i 70 milioni per il riscatto dell’argentino. Se questa eventualità dovesse tramontare, la Juventus si fionderebbe su Timo Werner, macchina da gol del Lipsia, inseguito però anche da Marotta. Tutto, in casa nerazzurra, è legato però al futuro di Lautaro Martinez e alle voci che lo vedono in maglia blaugrana la prossima stagione.

L’ultima voce, riportata da Virgilio Sport, vede un ritorno di fiamma tra gli obiettivi di mercato dell’Inter: si tratta di Luka Modric, in rotta con Zidane e Florentino Perez, e pronto a lasciare Madrid. Il trentaquattrenne sarebbe un innesto di qualità nel centrocampo nerazzurro e comporrebbe un trio di altissimo livello con Brozovic ed Eriksen. Sulle tracce del croato c’è però anche Paratici, stimolato da Sarri a puntellare il reparto che più sta avendo difficoltà durante questa stagione bianconera.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELL’AUTORE

© RIPRODUZIONE RISERVATA