Calcio

Juventus U23-Olbia 1-1: cronaca, promossi e bocciati

Juventus U23 e Olbia, in campo oggi per il recupero della 32a giornata del campionato di Serie C girone A, si chiude con un pareggio per 1-1, propiziato dalle reti di Biancu e Compagnone. Il discorso playoff, per entrambe le formazioni, rimane ancora aperto.

Il primo tempo di Juventus U23-Olbia

Solo 3 minuti e Udoh riesce a superare Di Pardo, a un passo dalla porta, però, l’attaccante ospite manca il gol mandando il pallone a sbattere sulla traversa, con Israel che già si aspettava di dover capitolare. Un minuto dopo Rafia di testa potrebbe portare i suoi in vantaggio, ma la sua conclusione difetta parecchio in precisione. Al 21′ sempre Rafia, strappa un pallone dai piedi di Altare e poi cerca la rete, più che provvidenziale è la contrapposizione di Alrboleda che salva la sua porta. Un altro brivido lo dà una conclusione aerea di Brighenti al 31′, con il pallone che sfila sul fondo di poco. Il monologo offensivo bianconero prosegue al 40′ con Fagioli, che serve in verticale Akè, il quale in velocità, manda la sfera di poco a lato.

Il secondo tempo di Juventus U23-Olbia

È una fiammata di Biancu al 48′ a portare in vantaggio i sardi. Davvero bella la conlusione del giocatore gallurese, con la quale cambia il risultato. Sei minuti dopo, con i ragazzi di Zauli ancora barcollanti, Biancu conclude a rete dalla corta distanza, ma Israel riesce a deviare sulla traversa. La Juventus U23 prova a reagire, permane, come nel primo tempo, costantemente nella metà campo avversaria e all’81’, con una conclusione di Compagnon, con l’aiuto di un tocco di testa di Arboleda, riporta la gara in equilibrio. A questo punto i sardi si chiudono, pungendo con alcune ripartenze, mentre i bianconeri non trovano il modo di assestare il colpo della possibile vittoria.

I Promossi

Rafia (Juventus U23): forse non è stato uno dei suoi migliori pomeriggi, il calcio è anche un fatto di punti di vista, ma non dovrebbero esserci dubbi sul fatto che, comunque, il classe ’99 ci ha provato. Tanto nel primo, quanto nel secondo tempo, diverse delle sue giocate hanno creato problemi alla retroguardia gallurese.

Biancu (Olbia): la conclusione con cui ha cambiato il risultato e quella successiva che Israel riesce a deviare sulla traversa, sono le cose migliori che il ragazzo fa vedere dopo un primo tempo in cui l’Olbia, di fatto, aveva soltanto subito.

I Bocciati

Concretezza offensiva (Juventus U23): l’Olbia imposta sin da subito la sfida del “Moccagatta”, concentrandosi più sulla fase difensiva che su quella offensiva. I bianconeri fanno la partita e soprattutto nel primo tempo creano diverse occasioni da gol, peccato, però, non le sfrutti a dovere. Il pareggio, a ben guardare, oggi poteva essere evitato.

Primo tempo (Olbia): forse Canzi l’aveva preparata proprio così, eppure il primo tempo dei sardi non è piaciuto. Bianconeri sempre in avanti, difficoltà a costruire gioco e nell’insieme, da parte dei galluresi, un atteggiamento (eccessivamente) guardingo. Meno male che Biancu inventi la rete del momentaneo vantaggio nella ripresa.

Autore: Adriano Fiorini

Articolo precedente

Seguici su:

Pagina Facebook Metropolitan Sport

Pagina Facebook Metropolitan Magazine

Account Twitter Ufficiale Metropolitan Magazine

Lega Pro

(Photo credits: Olbia Calcio)

Link foto: https://www.facebook.com/photo?fbid=130442492420106&set=pcb.130442545753434

Back to top button