Cronaca

Kemba Walker, trent’anni compiuti con il desiderio di vincere

Il playmaker dei Boston Celtics compie oggi 30 anni, un’età in cui ogni giocatore ha già passato solitamente i propri anni migliori. Kemba Walker sino ad ora ha disputato sol 11 partite ai playoff con Charlotte, con i Celtics spera di arrivare almeno alla finale di Conference.

Il College e Charlotte

Kemba Walker, trent'anni compiuti con il desiderio di vincere
photo by Sportando

Nato a New York l’8 Maggio del 1990, Kemba Walker cresce nei famosi playground della grande mela. Frequenta la Rice High School dove nel secondo anno viaggia ad una media di 18 punti e 5 assist a partita che gli garantisce un posto nel McDonald’s All American Game. Per il college sceglie l’Università del Connecticut dove rimane per tre anni. Nel primo anno seppur entrando quasi sempre dalla panchina, aiuta i compagni a raggiungere le final four del torneo NCAA. Nell’ultimo anno però, segna 26 punti a partita conditi da 5 rimbalzi e 4 assist, portando gli Huskies a vincere il torneo contro Louisville. Si rende eleggibile al draft 2011. Viene selezionato alla nona scelta assoluta dagli Charlotte Bobcats. Kemba rimarrà qui per 8 anni, lasciando numerosi ricordi nei tifosi, sicuramente è stato il miglior giocatore di questi anni degli Charlotte.

A Boston per vincere

Kemba Walker, trent'anni compiuti con il desiderio di vincere
photo by The Atletich

Nell’estate del 2019 passa ai Boston Celtics in cambio di Terry Rozier, firma un contratto di quattro anni a 141 milioni di dollari. Il quintetto titolare di Boston vede quest’anno, Gordon Hayward, Marcus Smart, Jayson Tatum, Jaylen Brown e proprio Kemba Walker. Sulla carta un ottimo quintetto, ma la mancanza di un centro ha dato non pochi problemi in difesa. Non si sa ancora quando la stagione ripartirà e se ripartirà, ma Kemba Walker vuole arrivare fino in fondo con la maglia dei Boston Celtics.

Seguici su: https://metropolitanmagazine.it/

Seguici su: https://www.facebook.com/metropolitanmagazineitalia/

Puoi trovarci anche su: https://twitter.com/MMagazineItalia

Back to top button