In occasione dell’anniversario del ritiro dalle corse di Kenan Sofuoglu, ripercorriamo la storia del pilota che ha fatto conoscere il motociclismo all’intera Turchia, attraverso grandi vittorie e dolorose cadute.

Kenan Sofuoglu – I primi due titoli mondiali in Supersport

Il 13 maggio di due anni fa Kenan Sofuoglu disputava ad Imola la sua ultima gara della carriera. Il pilota turco, più precisamente, quella gara non la disputò perche durante il giro di ricognizione decise di rientrare ai box, ritirandosi dalla corsa e prendendosi la standing ovation da parte di tutto il paddock WorldSBK. Ma adesso ripercorriamo la carriera agonistica di Kenan Sofuoglu.

Sofuoglu WorldSBK
Sofuoglu usa il numero 54 perché è il numero di targa della sua città natale Sakarya – Photo Credit: WorldSBK.com

Il pilota turco debutta nel WorldSSP nel 2003, facendo varie wild-card con Yamaha e non andando mai a punti. Nel 2004 e 2005 corre nell’europeo Superstock1000 con Yamaha ottenendo 3 vittorie, 12 podi e chiudendo entrambi le stagioni in terza posizione in classifica. Nel 2006 debutta a tempo pieno nel WorldSSP con Honda e chiude la stagione in terza posizione. Il 2007 è l’anno del primo titolo WorldSSP di Sofuoglu con ben 8 vittorie e 12 podi in stagione.

Supersport
Sofuoglu è l’ottavo pilota di motociclismo con più followers su Instagram, ovvero 1,1 milioni, dietro solamente a Rossi, Marquez, Lorenzo, Iannone, Dovizioso, Vinales e Pedrosa – Photo Credit: WorldSBK.com

Nel 2008 corre nel WorldSBK con Honda, ma la stagione non è positiva, con pochi risultati in Top10 e ricordata soprattutto per lo spaventoso incidente in Gara2 a Vallelunga con Max Biaggi. Il pilota turco ritorna nel 2009 nel WorldSSP e conclude l’annata al terzo posto con 3 vittorie stagionali. Nel 2010 Sofuoglu conquista il secondo titolo WorldSSP vincendo 3 gare ed andando a podio per tutta la stagione. Sempre nel 2010 viene chiamato a correre le ultime due gare del mondiale Moto2 con il team Technomag-CIP, moto lasciata libera a seguito della morte di Shoya Tomizawa. Ottiene il quinto posto ad Estoril nonostante una caduta ed ottiene la conferma per il 2011.

Kenan Sofuoglu – Altri tre titoli mondiali Supersport e ritiro dalle corse

Nel 2011 in Moto2 Sofuoglu mostra in alcune occasioni il suo potenziale, ma ottiene in stagione un solo podio, ovvero quello di Assen. Risultati che non valgono la conferma, quindi il pilota turco nel 2012 torna nel WorldSSP con Kawasaki e vince per la terza volta il titolo. Nel 2013 non riesce a confermarsi campione di categoria e si deve accontentare del titolo di vicecampione del mondo.

Sofuoglu Moto2
Nel round di Istanbul del WorldSBK nel 2013, oltre 60.000 persone erano presenti in tribuna durante la gara WorldSSP per vedere Sofuoglu in azione. Subito dopo, però, gran parte dei tifosi abbandonarono l’autodromo, disinteressandosi di vedere Gara2 del WorldSBK – Photo Credit: MotoGP.com

Nel 2014 arriva la stagione peggiore di Sofuoglu nel mondiale Supersport, chiudendo in ottava posizione in classifica e costretto a cambiare team Kawasaki, da Mahi Racing a Puccetti Racing, durante la stagione. Con il team di Manuel Puccetti Kenan Sofuoglu diventa sempre più re indiscusso di questa categoria grazie ai titoli WorldSSP vinti nel 2015 e 2016 e alle 11 vittorie e 18 podi conquistati in due stagioni.

Kenan Sofuoglu WorldSSP
Nel 2015 Sofuoglu è stato eletto miglior sportivo della Turchia riuscendo battere atleti come il tennista Marsel Ilhan, il calciatore Arda Turan e la nuotatrice Viktoria Zeynep – Photo Credit: WorldSBK.com

Nel 2017 Sofuoglu è costretto a saltare le prime due gare in stagione a causa di un infortunio rimediato in allenamento. Ritorna in pista nel corso della stagione, ma durante le qualifiche a Magny-Cours è costretto a saltare la gara per le numerose fratture al bacino. Chiude alla fine la stagione 2017 al secondo posto. Nel 2018 Sofuoglu cade durante le qualifiche a Phillip Island, ma decide di svolgere ugualmente la gara. Le sue condizioni fisiche non migliorarono e il pilota turco decise di saltare le successive tre gare. Rientrò in occasione del Round d’Imola, dove annunciò il suo ritiro dalle corse alla fine di quel week-end.

Kenan Sofuoglu – Tra record mondiali, politica e i gravi lutti familiari

Kenan Sofuoglu non è solo il re della Supersport ma è anche famoso per essere stato il primo pilota ad aver raggiunto i 400 km/h con una moto, ovvero la Kawasaki Ninja H2R. Oggi Sofuoglu è il coach di numerosi piloti turchi pronti a prendere la sua eredità come Razgatlioglu, i fratelli Deniz e Can Oncu e suo nipote Bahattin Sofuoglu. In occasione delle Elezioni generali in Turchia nel 2018 Sofuoglu venne eletto membro della Grande Assemblea Nazionale Turca della provincia di Sakarya con il Partito della Giustizia e dello Sviluppo. Ricordiamo inoltre che Sofuoglu è grande amico dell’attuale Presidente della Turchia Recep Tayyip Erdoğan.

La vita ha regalato molte gioie sportive, ma anche molti dolorosi lutti famigliari a Sofuoglu. Il primo fu quello del fratello Bahattin deceduto a seguito di un incidente con una macchina nel 2002 mentre era alla guida di una moto. Il secondo lutto familiare fu la morte del fratello Sinan (ex pilota mondiale 250cc) nel 2008 durante i test pre stagionali del campionato turco di motociclismo. Nel 2011 Sofuoglu dovette salutare il padre Irfan Basri Sofuoglu, deceduto per cancro. L’ultimo grave lutto è quello di suo figlio Hamza, morto il 26 luglio 2015 a soli quattro mesi di età a causa di un’emorragia cerebrale.

SEGUICI SU:

© RIPRODUZIONE RISERVATA