Kenya e Italia: Migliozzi e gli altri italiani d’Africa

Guido Migliozzi ha vinto il Kenya Open ed il suo primo torneo sullo European Tour. Una cavalcata splendida che però non è l’unica in mezzo al paesaggio africano, più volte tinto da un tricolore.

Illusione

Nel 2007 il Kenya Open è fondamentale ma quasi inganna l’Italia. Un giovane Edoardo Molinari combatte per approdare sullo European Tour e parte vincendo il Colombia Masters: ottimo apripista per il Tour maggiore. A Nairobi il field è ampio con golfisti che impareremo ad apprezzare, da Jamie Donaldson a Lundberg in compagnia di Luiten, gente vittoriosa diverse volte sullo European Tour. Dodo inizia l’ultimo giro in testa, sente la pressione all’inizio ma resiste e chiude in par, solo un colpo di vantaggio (come Migliozzi) lo proietta in cima alla “Money List” del Challenge Tour. Molinari guadagna la carta a fine anno ma si infortuna alla sua prima stagione sullo European Tour, torna a sgomitare nel Challenge ma l’antifona è chiara a tutti: record di guadagni. Edoardo ritorna dove lo abbiamo conosciuto, tra i grandi.

Edoardo Molinari in Kenya nel 2007
(Credit: Getty Images)

Numeri nel destino

Il 2018 è un anno di transizione, di conferme come di dolci attese, esattamente a 9 mesi di distanza. Lorenzo Gagli gioca sullo European Tour e anche sul Challenge ma prendersi la carta non è semplice. Il Kenya propizia anche questa gioia italiana con Lorenzo che rimonta di round in round, fino ad imbucare il birdie alla 18 che gli vale il playoff. Scontro diretto che Gagli vince guadagnando 80.000€ dei 113.000 con cui a fine anno si riprende l’accesso allo European Tour. 25 marzo-25 gennaio: da re del Kenya a papà di Aurora.

Lorenzo Gagli con la Red Jacket nel 2018
(Credit: Ten-golf.com)

Speranza

Nel 2019 il Kenya sale di livello, da torneo Challenge Tour diventa parte dello European Tour. Guido Migliozzi fa lo stesso cammino del campo africano, meritandosi il salto di qualità grazie ai risultati sull’Alps e Challenge Tour. Testa a testa per i primi tre giri e sofferenza nella partenza dell’ultimo, ma i birdie arrivano nel cuore del percorso. La (Giovine) Italia vince, ancora. Ritorna però un numero, non l’anno di nascita che è il 1997, ma il compleanno di Guido: 25 gennaio…Lorenzo Gagli se lo ricorda.

Guido Migliozzi all’ultimo giro in Kenya
(Credit: Bunkered)

© RIPRODUZIONE RISERVATA