Cultura

“La bottega delle maschere” in un Dostoevskij natalizio

Il Teatro di Natale della Compagnia “Bottega delle Maschere”, giunto alla sua XI edizione, presenta il 13, il 14 e il 15 Dicembre, alle ore 18.30 nella Cripta della basilica dei Santi Bonifacio e Alessio in Roma, il racconto del grande e celebre romanziere russo Fiodor Dostoevskij “Il bambino presso l’albero di Natale di Gesù”, per la regia di Marcello Amici.

Uno spettacolo all’insegna delle tematiche sociali, accompagnato dalle melodie di numerosi compositori quali Glinka, Tchaikovsky, Mozart, Bach, Brahms, Mascagni, e dalla poesia ironica e delicata di Gianni Rodari, scrittore dai toni fanciulleschi e gentili.

Sono milioni gli italiani che vivono in uno status di povertà sempre crescente.

Il 10% vive nel perimetro urbano romano, luogo talvolta di “emarginazione sociale”. Roma, non è solo la “Caput mundi” per eccellenza ma è anche la Capitale della povertà. Da recenti indagini è emerso che i “nuovi bisognosi” hanno occhi grandi, puri e sinceri ovvero i bambini.

La storia ci immerge in una problematica moralmente vasta e terribile, affrontata ripetutamente da Dostoevskij ovvero la questione assai attuale, dei bambini vittime innocenti, dislocati in qualsiasi parte del mondo, oltrepassando ogni limite geografico, culturale e sociale.

In questo racconto esemplare, il grande scrittore russo si sofferma sui fanciulli costretti a chiedere l’elemosina: immortala fotograficamente i sotterranei di una Pietroburgo di fine ‘800, niente affatto diversa dalle metropoli contemporanee. Punta l’obiettivo sugli adulti violenti e sfruttatori; stringe la visuale sui sogni di gioco fantasticati da quei piccoli. Il bimbo che a Natale vaga per le strade fredde di Pietroburgo e verrà trovato all’alba, morto di gelo e di fame. Agonizzante, il bambino ha una visione: accanto a Gesù, vede un grande albero di Natale intorno al quale danzano spensierati tutti i piccoli del mondo che, come lui, non hanno avuto neppure l’elementare diritto di essere bambini.

Questo spettacolo affronta la triste realtà che il mondo ci ripropone da secoli. In chiave strettamente natalizia, vengono affrontati temi odierni, ma allo stesso tempo remoti, come la povertà che avvolge dentro se, anche gli esseri umani più “deboli” ovvero i bambini, i quali dovrebbero esser solamente pieni di spensieratezza e di speranza.

 

* Ingresso libero con offerta che verrà destinata ai Poveri di Roma che nella Basilica dei Santi Bonifacio e Alessio all’Aventino ricevono assistenza e un piatto caldo ogni giorno.

 

con:

Marcello Amici, Marco Vincenzetti, Anna Varlese,

Tiziana Narciso, Cristina Cubeddu, Luca Guido

Santina Amici (pianoforte)

Ilde Consales (soprano)

Ideazione e regia di Marcello Amici

Ingresso libero con prenotazione obbligatoria

Inizio spettacolo ore 18.30 (durata 1 ora)

Informazioni e prenotazioni: 06.6620982 (orario: 11 – 12.30; 14.30 – 16.30)

www.labottegadellemaschere.it

info@labottegadellemaschere.it

fbLa bottega delle maschere

 

Comunicazione: Valeria Buffoni 347.4871566 – valebuf@yahoo.it

Back to top button