9.9 C
Roma
Aprile 19, 2021, lunedì

La bufala del video registrato al Pronto Soccorso Sacco di Milano

- Advertisement -

La bufala di ieri, 28 ottobre,un video registrato direttamente al Pronto Soccorso Sacco di Milano, con cui la ragazza che in molti definiscono “negazionista” vuole evidenziare come la struttura sia vuota, senza riscontrare alcun flusso di ambulanze per Covid. Una situazione molto chiara dal suo punto di vista ed utile per sottolineare come alcuni addetti ai lavori in ambito sanitario e giornalistico siano facendo “terrorismo“. Uno di quei termini utilizzati ed abusati da chi la pensa come lei.

La bufala del video registrato al Pronto Soccorso Sacco di Milano

Ci sono molte ragioni per etichettare il video in questione del tutto privo di senso. Parlare di Pronto Soccorso Sacco di Milano vuoto, con un’emergenza Covid che a conti fatti non esiste, è sbagliato per due buone ragioni. In primis, addetti ai lavori sul posto ci dicono che quella nelle immagini sia ora la sala di attesa per i parenti, in quali in questo delicato momento storico non possono (e non vogliono) entrare in ospedale. Tutt’altra situazione, purtroppo, quella che si è creata all’interno della struttura.

Un contributo di fine settembre di Milano Today, poi, evidenzia come i malati Covid non arrivino al Pronto Soccorso Sacco di Milano, ma seguono il percorso differenziato del Triage. Insomma, lì dove si trova la donna del video è del tutto normale che non ci sia un “via-vai” di ambulanze. Dunque, chi sta portando avanti teorie negazioniste con il filmato in questione, forse è poco aggiornato.

Fonte Bufale.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
Alessia Spensieratohttps://metropolitanmagazine.it
Alessia Spensierato, Editore (Owner & Founder) della testata giornalistica di Metropolitan Magazine. La scrittura è la sua più grande passione, ha scritto il suo primo libro"Il silenzio in un caffè" pubblicato nel 2013 tra i top ten e-book dei più venduti nello stesso anno. Nel 2014 si cimenta nella scrittura del suo secondo "One Way", ex speaker radiofonica. Il mondo del Web l'ha sempre affascinata e oggi ha cercato di unire le sue più grandi passioni creando Metropolitan Magazine. Metropolitan Magazine oggi è una testata nota sia a Roma che in Italia. Non utilizza nessun aggettivo per definirsi, per lei esistono solo parole "nuove" che nessuno sa. "Il mondo è di chi lo disegna ogni giorno in modo diverso, a volte anche senza matite."
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -