Musica

La carriera di Noemi: buon compleanno e cento di questi successi

Una voce graffiante, una personalità carismatica e un sorriso sempre stampato in volto: questa è la carriera di Noemi, pseudonimo di Veronica Scopelliti, che festeggia quarant’anni di successi e soddisfazioni, nella piena consapevolezza di sé stessa, delle sue capacità e dei suoi limiti, senza mai arrendersi.

Muove i primi passi della sua carriera nel 2000, e nel 2010 dopo l’esperienza ad X Factor è tra i big in gara al festival di Sanremo, con “Per tutta la vita”, sfiorando il podio. Nell’anno seguente pubblica il suo terzo album “Rosso Noemi” con la Universal Music, anticipato dal singolo “Vuoto A Perdere” Perdere “, scritto per lei da Vasco Rossi e Gaetano Curreri. Sono sempre più numerosi i suoi traguardi, cospicue le sue partecipazioni a programmi radiofonici, apparizioni in tv, concerti, eventi e pubblicazioni. Il pubblico ama Noemi, non soltanto come artista, e non soltanto per il modello di donna che rappresenta, ma come persona, gentile come pochi.

Noemi: la classifica dei brani più ascoltati della sua carriera

La carriera di Noemi - Ph profilo instagram di Noemi
La carriera di Noemi – Ph profilo instagram di Noemi

Tra gli album e i vari successi di una delle cantanti più di successo della musica italiana moderna, sicuramente possiamo stilare una classifica dei brani che hanno maggiormente raggiunto il pubblico nel profondo: al primo posto troviamo il brano “Briciole”. Il singolo è uscito nel 2009, tratto dall’ album “Sulla mia pelle”. Il testo parla di una fase post rottura di un legame sentimentale che ha inevitabilmente lasciato il segno, ma Noemi con la sua musica manda un messaggio forte e chiaro: non ci si accontenta delle briciole, nella vita bisogna volere di più.

Immediatamente seguente è il brano “Sono solo parole”, dall’album “RossoNoemi”. Di successo non soltanto nazionale, le note di Noemi giungono anche all’estero con importante successo. Famosi anche i featuring con Fiorella Mannoia, il brano rimarca la vacuità di un rapporto fondato su promesse vane e poca concretezza, situazione più frequente di quanto si possa pensare. Ed è proprio questa forse la ragione per cui Noemi è tanto apprezzata: la spontaneità con cui racconta le vicissitudini della vita, anche quelle più dolore, al punto da lasciarci il segno. Al terzo posto della classifica dei brani più ascoltati di Noemi c’è “Per tutta la vita”, anch’esso tratto dall’album “Sulla mia pelle”. Classificato al quarto posto del festival di Sanremo, il brano è stato escluso dalla finale, scatenando il malcontento generale sia del pubblico che dell’orchestra, che, in segno di protesta, ha lanciato sul palco gli spartiti.

Noemi: vuoto a rendere

Un altro grande pezzo di successo è sicuramente il brano “Vuoto a perdere”. Scritto da Vasco Rossi per Noemi, è sicuramente un grande strumento per la cantante stessa di bilancio e resoconto. Ma non soltanto per lei, quanto per tutte le persone che riescono ad immedesimarsi, magari in un periodo particolare della loro vita, in un momento di svolta, d’importanza futura, ecco che la musica e l’artista riesce in qualche modo a comunicare e comprendere, perché no anche ad essere di supporto.

Sono un peso per me stessa
Sono un vuoto a perdere
Sono diventata grande senza neanche accorgermene
E ora sono qui che guardo
Che mi guardo crescere
La mia cellulite le mie nuove
Consapevolezze

Noemi – Vuoto a perdere

Noemi sicuramente ci insegna a fare i conti non soltanto con il tempo, dono della vita che non potremo mai monetizzare, ma con noi stessi, e con la realtà che muta e inevitabilmente cambia anche noi. Certamente però nel caso di Noemi e della sua carriera è proprio necessario utilizzare un vecchio detto: è come il vino, e con l’età può solo migliorare. Buon compleanno Noemi, per noi sei un vuoto a rendere.

Maddalena Barnabà

Seguici su Google News

Back to top button