Scienza Divertente – L’elettricità statica

La scossa che prendiamo quando tocchiamo la maniglia della porta dopo aver camminato scalzi sul tappeto. I capelli che restano attaccati ad un palloncino che abbiamo sfregato alla maglietta. I lampi che ci spaventano durante un temporale. Cosa hanno in comune queste cose? Sono tutti esempi di elettricità statica!

(foto dal web)
(foto dal web)
(foto dal web)
Generatore di Van der Graaf (foto dell’autore)

La elettricità statica altro non è che l’accumulo di cariche elettriche sulla superficie di un oggetto isolato. È chiamata “statica” perché le cariche elettriche rimangono localizzate su una superficie. È contrapposta, invece, alla corrente elettrica, in cui le cariche elettriche costituiscono un “flusso” che si muove.  

I mattoncini che compongono la materia, gli atomi, sono costituiti da protoni, neutroni ed elettroni. i primi due tipi di particelle rimangono sempre all’interno del nucleo. Gli elettroni, invece, si muovono intorno al nucleo e sono più “liberi” di staccarsi. Si genera elettricità statica quando due superfici entrano in contatto ed un certo numero di elettroni si sposta dagli atomi di una superficie a quelli dell’altra. In questo modo, la prima superficie sarà carica positivamente e la seconda negativamente. Quando toccano una superficie con carica opposta gli oggetti carichi tendono naturalmente a “scaricarsi”, cioè a riequilibrare le cariche elettriche …ed è qui che prendiamo la scossa!

Camminando su un tappeto di lana o sfregando la maglietta al palloncino, il nostro corpo e il palloncino acquistano cariche elettriche, che si “scaricano” non appena toccano un altro oggetto carico di segno opposto. In una nuvola di pioggia, il movimento dell’aria fa sì che le goccioline d’acqua e le particelle di ghiaccio, entrambe presenti nella nuvola, si strofinino tra di loro e si carichino di elettricità statica. Le particelle a carica positiva salgono nella parte alta della nuvola, quelle a carica negativa scendono invece nella parte bassa. Il lampo è prodotto da questa elettricità statica. A volte, le cariche negative delle nuvole possono essere attratte dal terreno carico positivamente ed allora i lampi arrivano fino a terra!

Per saperne ancora di più sull’elettricità statica e le cose sorprendenti che può fare, seguite i nostri laboratori e show scientifici, in particolare quelli in cui usiamo il generatore di Van der Graaf!

© RIPRODUZIONE RISERVATA