InfoGeek

Le novità dell’ iPhone 12 Pro, sensore LiDAR e molto altro

Nelle confezioni dei nuovi iPhone non troveremo il caricabatterie (solo il cavo) e nemmeno le cuffie Earpods con cavo. Proprio così: nel corso nello Special Event “Hi, speed”, lo stesso durante il quale è stato presentato iPhone 12, Apple ha fatto sapere che nella confezione dei nuovi iPhone 12 non saranno più inclusi il caricabatterie e gli auricolari con filo EarPods.

In base alle comunicazioni ufficiali, la scelta è dettata da precise e valide motivazioni ambientali: la confezione dei nuovi smartphone è più piccola e leggera, il che permette di spedire il 70% in più di dispositivi con un solo volo, che corrispondere ad eliminare l’inquinamento prodotto da 450.000 auto, ogni anno.

Cos’è il sensore LiDAR nel nuovo iPhone 12 Pro

Introdotto da Apple su iPad Pro 2020, arriva ora anche su iPhone 12 Pro. Il sensore LiDAR ora è presente su tutta la linea di prodotti mobile dedicati ai clienti più esigenti.

Ma a cosa serve questo nuovo sensore? L’acronimo sta per Light Detection and Ranging e, nel concreto, permette di mappare velocemente ciò che viene inquadrato da iPhone ed effettuare più facilmente alcune operazioni. Quali? Per esempio la riproduzione di oggetti in realtà aumentata, la misurazione attraverso la funzionalità metro e scatti tradizionali.

Grazie al sensore LiDAR, i nuovi iPhone 12 Pro sono in grado di mettere a fuoco oggetti e soggetti 6 volte più velocemente rispetto ad iPhone 11 Pro. Il sensore scansiona con un laser la scena e passa le informazioni utili ai sensori fotografici standard in quel momento in funzione. Questo non solo permetterà di ottenere scatti e video migliori rispetto al passato, ma permetterà di mettere meglio a fuoco qualsiasi soggetto anche in condizioni di luce scarsa.

Insomma, il sensore LiDAR non troverà applicazione solo con i software sviluppati con ARKit, ma anche in ambito fotografico.

Back to top button