La prima Legend Cars 2H Endurance del 2020 ha regalato emozioni, nel giorno della Befana. Monti e Bruno festeggiano davanti alla coppia Liguori-Laura.

Legend Cars 2H – Diciotto auto e sorprese inattese: una Festa della Befana molto particolare, quella trascorsa nel primo pomeriggio a Castelletto Circuit (PV). Le Legend Cars sono salite in cattedra nella prima gara del 2020: la 2H Endurance, secondo appuntamento dopo la primissima uscita stagionale nel trascorso 6 dicembre.

La Legend #4 del team capitanato da Jacopo Monti e Wolly Bruno ha preceduto – di pochissimo – il duo Vinicio Liguori – Danilo Laura. Ottanta i giri conclusi dalla coppia vincitrice, nel corso delle due ore, avverso i 78 completati dalla Legend #16. Terza piazza per il team #21 / #04; Luca Ferrario e l’ospite di cartello, Federico Leo, hanno completato 77 giri.

Legend Cars 2H – Bagarre da campionato!

La gara si accende, di fatto, dalle battute iniziali, con una prima mezz’ora da cardiopalmo. La #4 di Monti, la #100 di Enrico Ferrari e la #85 di Merli (con la caratteristica livrea alla Seatta McQueen) hanno letteralmente dato spettacolo. Giro dopo giro, i tre hanno dato vita ad un triello entusiasmante, ricco di sorpassi e staccate al limite. Un’impronta aggressiva piuttosto coraggiosa impressa dai piloti, nonostante le condizioni molto fredde dell’asfalto e da qualche sporadico banco di nebbia.

Legend Cars 2H
La vettura di Davide Merli in uno spettacolare scatto – Photo Credit: d.m.

Non sono mancati i lunghi e i testacoda, specialmente all’ultima curva prima del rettilineo principale. Proprio nei primi dieci minuti, infatti, la #61 di Vinicio Liguori accusa un grave problema al motore, perdendo dell’olio su quel tratto. Rimane in gara la #16 del compagno Laura, sulla quale, più tardi, monterà su anche Kevin Liguori, che torna così a guidare una Legend dopo il titolo mondiale.

Anche Enrico Ferrario, al minuto 45, paga il pesante scotto della sfortuna. “Cento”, infatti, perde il proprio trasponder conta-giri, risultando così fuori dai giochi per la vittoria finale. Un vero peccato per Ferrario, che prima dell’episodio si stava giocando la testa della gara con Monti ed il figlio Luca.

La Legend di Wolly Bruno – Photo Credit: Dennis Bertelegni

Terza prestazione assoluta per il tag team Luca Ferrario-Federico Leo; quest’ultimo, YouTuber molto seguito e pilota Lamborghini, ha vissuto in prima persona l’esperienza Legend Cars. Solo la poderosa prova di Laura-Liguori (sulla #16) ha strappato la seconda piazza ai due, soddisfatti – comunque – per il risultato ottenuto in una gara sui generis.

Monti-Bruno conseguono anche il record per il giro più veloce: 1:22:570, conseguito alla tornata 77. Non poteva, infine, mancare la prova del proprietario di C.C., Adriano Monti, a bordo della Legend #1.

Legend Cars 2H – Kevin Liguori torna dove tutto è cominciato

Abbiamo incrociato Kevin nel paddock, in qualità di spotter per il team Liguori-Laura. Il caso ha voluto, tuttavia, che il Campione Mondiale Legend Cars tornasse a correre sull’auto da cui è iniziato. Ricordiamo, infatti, che K.Liguori sta proponendo la raccolta fondi per l’ingresso nel team SRZ in Formula Predator.

Vinicio ha avuto un problema al primo stint ed è stato costretto al ritiro. Mi hanno proposto di subentrare a Danilo per il cambio pilota, e così ho rimesso casco e guanti. Oggi ho formalizzato la cessione della mia Legend #65, ma non nego che quando ho visto i miei ex avversari entrare in pista, ho sentito un tuffo al cuore. Ho corso l’ultima mezz’ora di gara: abbiamo chiuso col secondo tempo di giornata. Il tempo era sfavorevole e il grip in pista era ridotto al minimo, ma considerando il tanto tempo perso nel cambio pilota rispetto al cambio auto, possiamo dirci contentissimi. Il mio obiettivo per il 2020 resta la Formula Predator, ma spero di poter prendere parte anche alla 24 Ore di Adria” – Kevin Liguori, Campione Mondiale Legend Cars

Il passaggio della #100 di Enrico Ferrario – Photo Credit: Metropolitan Magazine

SEGUICI SU :

© RIPRODUZIONE RISERVATA