Fabrizio Cacciatore non è più un giocatore del Cagliari dallo corso primo luglio. L’esperto difensore del Chievo aveva il contratto in scadenza con gli isolani e, per questioni di natura economica, ha deciso di chiudere anzitempo la propria esperienza in Sardegna, per cercarsi una nuova squadra in vista del prossimo primo settembre. Zenga dovrà dunque fare a meno del terzino destro titolare per i prossimi impegni di campionato, tanto che ha adottato lo stratagemma della difesa a tre per ovviare all’improvvisa assenza. Ciò non toglie che Marcello Carli si muoverà il prossimo anno alla ricerca di un possibile sostituto per rinforzare la catena di destra. Il nome che circola nelle ultime ore è di quelli da far venire “l’acquolina” ai tifosi: parliamo di Stephan Lichtsteiner, esperto difensore elvetico, che tanto bene ha fatto in Italia con le maglie di Lazio e Juventus.

Cacciatore via da Cagliari: è Lichtsteiner il sostituto?

L’hanno presentata come una semplice suggestione ma, vista la carta d’identità non più così “rosea” e il grande feeling instaurato negli anni col nostro campionato, l’ipotesi Lichtsteiner a Cagliari potrebbe davvero prendere corpo a fine stagione. Come sottolinea CalcioCasteddu.it, sito d’informazione molto vicino alle vicende rossoblu, il calciatore è in scadenza con l’Augusta, e pochi giorni fa ha annunciato il proprio addio a fine stagione.

Il classe 1984 non ha certo bisogno di presentazioni dacché nel suo curriculum figurano otto scudetti tra Italia e Svizzera, cinque Coppe Italia e quattro Supercoppe italiane. Nel corso della sua militanza in Italia il laterale destro ha collezionato 301 presenze in campionato e 42 apparizioni in Europa, giocando da titolare la finale di Champions League contro il Barcellona nel 2015. Il suo acquisto sarebbe poi la prosecuzione di una strategia messa in atto dal Cagliari negli ultimi anni che ha visto transitare sulla fascia destra giocatori dalla grande esperienza internazionale come l’ex capitano della Croazia Darijo Srna, passato al Cagliari nell’estate del 2018 dopo una vita trascorsa con lo Shakhtar di Donec’k.

Cacciatore-Lichtsteiner-Cagliari
Lichtsteiner con la maglia dell’Arsenal – Photo credits: Getty Images

Lichtsteiner, che era corteggiato anche dalla sua ex squadra, il Grasshoppers, potrebbe approdare in Sardegna e sostituire il partente Cacciatore. Per ora è solo un’ipotesi che deve trovare altri fondamenti per essere accreditata, ma la squadra sarda ci ha abituato negli ultimi anni a dei veri colpi a sorpresa, e il laterale svizzero potrebbe essere uno di questi.

Non solo acquisti: Carli deve pensare a trattenere i suoi uomini migliori

Non solo mercato in entrata, ma soprattutto in uscita per la squadra cagliaritana che, già certa di perdere Nainggolan a fine stagione, per lui si prospetta un ritorno all’Inter, deve fare i conti con il ritorno anticipato di Olsen alla Roma. Il portiere svedese è stato infatti richiamato in quel di Trigoria e pur non potendo giocare, come sancito dalle norme Federali per chi rientra prima dal prestito, dovrà terminare la propria stagione nella capitale, agli ordini di mister Fonseca.

Il Cagliari non ha certo grossi problemi dal punto di vista degli estremi difensori visto che il pieno recupero di Cragno garantisce per ora una certa affidabilità, ed è molto probabile che il giovane portiere difenderà i pali della squadra rossoblù anche la prossima stagione. Potrebbe invece preoccupare la situazione di Giovanni Simeone, per il quale si prospetta un riscatto dalla Fiorentina per la cifra di 15 milioni. Non è detto che, con ciò, il cholito possa rimanere a Cagliari: su di lui sarebbero infatti puntati i fari del Bologna pronto, secondo il Corriere dello Sport, a sborsare 20 milioni per il suo acquisto.

Desiderio di Mihajlovic che vede nel giovane argentino il terminale offensivo perfetto per il suo attacco a tre con Orsolini e Barrow sugli esterni. Il bottino di 10 gol in campionato ha convinto il Cagliari a puntare ancora sul suo centravanti, ma la rinascita di Simeone potrebbe ora condurlo lontano dalle terre di Amsicora verso la Casteldebole bolognese che ritroverebbe in lui l’erede perfetto di Rodrigo Palacio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA