Esteri

L’India sostiene la Russia?

Nessuna condanna ancora dall’India per quanto riguarda l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia. L’India infatti continua ad esitare e si astiene dal voto per una risoluzione di condanna alle Nazioni Unite. Ci saranno delle ragioni legate a presunti vantaggi di cui l’India godrebbe? Diversi sospetti continuano ad emergere dietro la mancata presa di posizione.

Perché l’India non ha ancora condannato l’invasione russa?

Uno dei sospetti principali dietro questo il sostegno economico alla Russia da parte dell’India, maggiore acquirente di armamenti da Mosca, potrebbe essere legato alla proposta di Mosca della vendita diretta di petrolio russo a Delhi.

A sostegno dei sospetti sul progetto di Rosneft e Indian Oil Corporation c’è sicuramente la questione sul prezzo: il petrolio russo infatti sarebbe scontato fino a 35 dollari al barile rispetto al prezzo risalente all’inizio della guerra, spiega l’agenzia Bloomberg.

Altro dato rilevante riguarda il metodo di pagamento attraverso il sistema Spfs, che permetterebbe alla Russia di bypassare il sistema internazionale di pagamenti Swift. Inoltre l’India desidera incrementare l’esportazione di medicinali, prodotti ingegneristici e prodotti chimici verso la Russia.

La posizione degli Stati Uniti sulla questione India-Russia

Mentre il ministro degli Esteri di Mosca, Sergei Lavrov, si dirige a Delhi dopo aver rinsaldato i legami con Pechino, l’India continua a portare avanti un atteggiamento neutro per quanto riguarda la condanna alla Russia. Come reagisce l’America a tutto questo?

Il mancato sostenimento delle sanzioni alla Russia da parte dell’India aveva insospettito anche il presidente degli Stati Uniti. In merito alla questione Joe Biden aveva infatti definito la posizione dell’India sull’invasione russa “tentennante”. Opinione condivisa anche dalla segretaria al Commercio degli Stati Uniti, Gina Raimondo che ha dichiarato: “Ora è il momento di stare dalla parte giusta della storia e stare con gli Stati Uniti e decine di altri Paesi, sostenere la libertà, la democrazia e la sovranità del popolo ucraino e non finanziare, alimentare e aiutare la guerra del presidente Putin“.

L’impegno statunitense sul rapporto con l’India ha inoltre visto discutere il segretario di Stato Usa Antony Blinken sulla “situazione umanitaria in Ucraina” in un colloquio con il suo omologo indiano, Subrahmanyam Jaishankar. L’obiettivo, secondo il portavoce del Dipartimento di Stato Ned Price, sarebbe quello di “promuovere un libero, aperto, sicuro e prospero Indo-Pacifico”.

Lara Luciano

Instagram

Back to top button